menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Frontiere tracciabili”, sequestrate 14 tonnellate di prodotto ittico estero

I controlli effettuati dalla capitaneria di porto di Brindisi durante le festività natalizie

BRINDISI - Sanzioni amministrative pari a nove mila euro e 14 tonnellate di pesce proveniente dalla Grecia posto sotto sequestro. E' il risultato della maxi operazione disposta dal comando generale del corpo delle capitanerie di porto sotto il coordinamento del centro di controllo di area della pesca della direzione marittima di Bari. "Frontiere tracciabili" ha l'obiettivo, infatti, di controllare i prodotti ittici e la loro commercializzazione in ingresso sul territorio nazionale.

SEQUESTRO CAPITANERIA 29 DICEMBRE 2-2

Per questo motivo, il personale militare della capitaneria di porto di Brindisi ha controllato durante le feste natalizie lo sbarco in ambito portuale, le piattaforme logistiche di distribuzione e grossisti locali di prodotto ittico allo scopo di impedire che specie provenienti dall’estero, prive di prescritti requisiti di igiene, qualità e tracciabilità, facessero ingresso nel territorio nazionale e fossero quindi liberamente commercializzate sul mercato interno in modo del tutto incontrollato. L'operazione ha portato al sequestro di circa 14 tonnellate di prodotto ittico, proveniente dalla Grecia, per un totale di sanzioni amministrative pari a 9mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pareti "scorticate" a causa dell’umidità: "Ecco come viviamo e nessuno interviene"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento