Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

D'Attis accusa Consales: "Mandata via Monteco per una promessa elettorale"

Si arroventa la polemica politica sulla situazione del servizio di igiene urbana a Brindisi. Torna all'attacco l'opposizione, e questa volta il capogruppo di Forza Italia, Mauro D'Attis, accusa Consales di aver deciso di mandare via Monteco da Brindisi "a prescindere"

BRINDISI - Si arroventa la polemica politica sulla situazione del servizio di igiene urbana a Brindisi. Torna all'attacco l'opposizione, e questa volta il capogruppo di Forza Italia, Mauro D'Attis, accusa Consales di aver deciso di mandare via Monteco da Brindisi "a prescindere", solo perchè aveva assunto questo impegno in campagna elettorale", probabilmente con il fronte che da tempo si opponeva alla società di campi salentina.

"La città di Brindisi è invasa dai rifiuti, la raccolta differenziata è crollata e tutto il lavoro svolto negli anni è stato praticamente annullato. Se siamo a questo punto c'è una responsabilità ed è politica: il sindaco e chi lo sostiene hanno deciso di mandare via la società Monteco per scelta politica perché in campagna elettorale avevano assunto l'impegno di sostituirla a prescindere", afferma D'Attis in una nota diramata stamane.

"A noi non interessava parteggiare per questa o quell'altra ditta ma, tirando la linea, registriamo - conclude D'Attis -  che le scelte di Consales hanno prodotto questo risultato e i cittadini non ci stanno capendo più niente proprio perché tutto è disorganizzato e improvvisato. Per non parlare poi dei possibili aumenti di tasse che potremo subire".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

D'Attis accusa Consales: "Mandata via Monteco per una promessa elettorale"

BrindisiReport è in caricamento