Mesagne: due coniugi espulsi dal territorio, una denuncia per armi

Il bilancio dei controlli del territorio effettuati dal commissariato di polizia. Un Suv Mercedes posto sotto sequestro

Una coppia di coniugi allontanata con foglio di via obbligatorio, il sequestro di un’auto e una denuncia per falsa dichiarazione in materia di detenzione delle armi. Questo il bilancio di una serie di controlli effettuati nei giorni scorsi dai poliziotti del commissariato di Mesagne al comando del vicequestore Vincenzo Maruzzella. 

Coppia allontanata

Gli agenti della Volante, dopo aver ricevuto una segnalazione, hanno intercettato un uomo e una donna che a bordo di un’auto chiedevano informazioni sui residenti di una zona della città. I due coniugi, residenti a Noto (Sicilia), sono stati bloccati. Una volta appurato che entrambi avevano accumulato una serie di provvedimenti di allontanamento da molti Comuni italiani, sono stati condotti in commissariato, per gli accertamenti sui documenti esibiti al controllo e sull’autovettura, compresa la polizza di assicurazione. Infine alla coppia è stato notificato il divieto di ritorno a Mesagne per tre anni e contestuale obbligo di presentarsi al commissariato di polizia della località di residenza. 

L’adozione di questo provvedimento è scaturito dai precedenti penali di cui era gravata la coppia e per il fatto di aver fornito indicazioni contrastanti sul motivo della loro presenza nella città di Mesagne.

I due hanno infatti dichiarato di non avere parenti né amici, né erano presenti per motivi di turismo, per ragioni di cura o per affari; piuttosto la loro presenza lasciava ipotizzare che la coppia poteva essere dedita all’odioso reato di truffe agli anziani o al furto nelle abitazioni, come si poteva ipotizzare dai precedenti giudiziari a loro carico. I poliziotti hanno inoltre appurato che i due erano destinatari di una serie di provvedimenti da notificare, tra cui un divieto di fare ritorno nel capoluogo, e un altro di divieto di fare ritorno in un Comune della limitrofa provincia di Lecce.

Sequestro di un Suv Mercedes

Sempre nel corso dei servizi di controllo del territorio, gli agenti hanno sequestrato un Suv Mercedes classe C con targa tedesca in uso a un cittadino di origini brindisine, ma da tempo residente in Germania per lavoro. Il mezzo era da sequestrare su ordine dell’autorità giudiziaria tedesca. Svolte in commissariato le formalità di rito, l’auto è stata affidata in custodia giudiziale.

Denuncia per armi

Il commissariato di Mesagne è impegnato anche in una serie di controlli amministrativi relativi al corretto possesso delle armi, sia sotto il profilo formale della documentazione da tenere a cura di ciascun possessore, che sulle modalità stesse di custodia, per verificare l’osservanza delle norme in vigore, che si ricorda, nel nostro paese sono particolarmente stringenti e severe. Nell’ambito di tale attività un mesagnese è stato denunciato a piede libero per falso e violazioni in materia di detenzione armi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavori agricoli, arriva il sì dalla Regione: "attività indifferibili"

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Paziente muore in ambulanza. Sgomberata Pneumologia

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

  • Scu, si è suicidato il pentito Sandro Campana: accusò il fratello Francesco

  • Coronavirus: muore un ragioniere, Carovigno piange un'altra vittima

Torna su
BrindisiReport è in caricamento