menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corsi sempre più cardioprotetti: donato defibrillatore alla farmacia Nuzzaci

Il defibrillatore è stato acquistato grazie a una raccolta fondi organizzata dal giornalista Carlo Amatori

BRINDISI – Un defibrillatore acquistato grazie a una raccolta fondi organizzata da Carlo Amatori, giornalista brindisino colpito da un arresto cardiaco lo scorso maggio, è stato donato stamattina (3 dicembre) alla farmacia Nuzzaci di corso Roma 110, nel centro di Brindisi. Hanno partecipato all’evento, oltre allo stesso Amatori, il prefetto di Brindisi, Valerio Valenti, il questore, Maurizio Masciopinto, e il presidente dell’Ordine dei farmacisti della provincia di Brindisi, Gabriele Rampino. Assente, invece, il Comune di Brindisi. Amatori, a tal proposito, ha affermato: "Dispiace l’assenza del comune. L’invito è stato esteso a tutti, ma evidentemente la sensibilità non è per tutti". 

Hanno contribuito all’acquisto del defibrillatore, marca Philips, lo stesso in dotazione al 118, tanti amici e vari sponsor (Reverse Hotel Pantanagianni, Angelo Bagnulo distributore prosecco “958 Santero”, Istituto di Vigilanza “Siska” e Azienda Agricola Stefano Caroli). 
La scelta del beneficiario della donazione p ricaduta sulla farmacia Nuzzaci grazie anche alla presenza, nel raggio di poche centinaia di metri, di due istituti scolastici, la scuola elementare 1° Circolo “Perasso” e la Scuola Media “Vigilio”, la Parrocchia della “Pietà” e la centralissima Piazza Cairoli.

Ogni giorno, secondo le statistiche, circa 200 persone vengono colpite da arresto cardiaco, una ogni 7 minuti, e solo quando ci colpisce direttamente o indirettamente, comprendiamo l’importanza del defibrillatore. L’auspicio espresso da Amatori, naturalmente, è che il defibrillatore non debba mai essere utilizzato, “, ma qualora fosse necessario siamo sicuri che potrà salvare una vita umana”. I corsi di Brindisi, così, diventano sempre più cardio protetti, se si considera che lo scorso 18 novembre, era stato donato un altro defibrillatore alla farmacia Cannalire di corso Umberto I. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento