menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Divorato dalle fiamme fuoristrada di un ragioniere: si indaga

Incendio nella notte a Mesagne: i vigili del fuoco alle 3.22 sono stati chiamati per spegnere un rogo che stava divorando un fuoristrada parcheggiato in via Iripinia

MESAGNE – Incendio nella notte a Mesagne: i vigili del fuoco alle 3.22 sono stati chiamati per spegnere un rogo che stava divorando un fuoristrada parcheggiato in via Iripinia, a ridosso di parco Potì. Il veicolo appartiene a un ragioniere che lavora presso un’azienda del posto che si occupa di conserve ortofrutticole.

incendio auto mesagne-7

Sul posto si sono recati anche gli agenti del locale commissariato di polizia. Difficile al momento stabilire le cause che hanno provocato l’incendio, all’arrivo dei vigili del fuoco il fuoristrada era completamente avvolto dalle fiamme, ridotto a una palla di fuoco. Nella zona ci sono diversi impianti di video sorveglianza che potrebbero aver ripreso la scena dell’incendio ed eventuali responsabili. Nelle prossime ore i fotogrammi saranno acquisiti dai poliziotti per essere esaminati.  (Foto da www.quimesagne.it)

Di seguito la nota di solidarietà di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil

Un attentato incendiario ha distrutto questa notte l’autovettura del dipendente di Conserve Italia: Giovanni Rigliano. Una intimidazione forte che fa arretrare la Comunità Mesagnese sul terreno della legalità, della sicurezza e della civiltà in maniera insopportabile. Respingiamo con ferma determinazione il vile attentato ed esprimiamo la nostra vicinanza e solidarietà a Giovanni Rigliano, alla sua famiglia, a Conserve Italia. Le indagini stabiliranno la matrice dell’attentato ma l’ignoto attentatore deve sapere che i presidi democratici saranno fermi e determinati nella difesa della legalità, della civiltà e della sicurezza.

Se i mafiosi tornano a lanciare la loro sfida, magari pensando che la guardia sia stata abbassata nei loro confronti, le forze dell’ordine devono accettare questa sfida e vincerla. Non dimentichiamo i pericolosi precedenti intimidatori, sempre della stessa natura, che hanno visto vittima  Giovanni.  Coraggio Giovanni, loro non vinceranno.

Le persone perbene, i lavoratori onesti, i cittadini di Mesagne, meravigliosa città, il sindacato tutto ed i presidi democratici ed Istituzionali saranno al tuo fianco nel difendere un Presidio produttivo straordinariamente importante per la nostra Città, per la nostra economia, per i tanti lavoratori precari e per i disoccupati speranzosi di intraprendere il lavoro, la serenità dei lavoratori e delle loro famiglie, responsabili, probabilmente, di aver svolto con esemplare lealtà, trasparenza ed imparzialità un delicato impegno professionale. Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil, in uno con le rappresentanze sindacali unitarie di stabilimento, faranno della tua onestà, la tua trasparenza e imparzialità scudo alle intimidazioni di qualsiasi natura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento