menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salone nautico, la società Snim porta il Comune in Tribunale per la Tosap

Atto di citazione per chiedere la condanna dell'Ente a pagare 27.148 euro: la somma trattenuta a titolo di Tassa per l'occupazione del suolo pubblico al momento della liquidazione del contributo di 40mila per la 13esima edizione del salone nell'estate 2015. Nodo Tosap anche per il Negroamaro

BRINDISI – Approda in Tribunale la lite tra la società Snim srl e il Comune di Brindisi per la Tosap, la Tassa per l’occupazione del suolo pubblico, legata al salone nautico, edizione 2015: gli organizzatori dell’evento hanno citato l’Amministrazione davanti al giudice civile chiedendo la condanna al pagamento di  27.148 euro, somma che l’Ente ha trattenuto al momento della liquidazione del contributo originariamente pari a 40mila euro.

Snim 2013 (42)

Il nodo legale arriva dopo un lungo confronto tra le parti, il privato da un lato e il pubblico dall’altro, iniziato nel periodo della gestione commissariale, quando al timone di Palazzo di città c’era Cesare Castelli, arrivato dopo la caduta del Comune per mano della Procura. Castelli chiese il pagamento della Tosap agli organizzatori di tutti gli eventi svolti a Brindisi. Anche a quelli che potevano contare sulla partecipazione dello stesso Comune sotto forma di contributo da far valere a titolo di aiuto economico, tenuto conto della valenza dell’iniziativa.

L’indagine interna commissionata ai funzionari dell’Ufficio Tributo, svelò che c’erano alcune società che non avevano versato la Tassa per l’occupazione del suolo pubblico: i conti non tornavano con riferimento allo Snim, salone nautico, edizione numero 13, che si svolse nell’estate del 2015 sul lungomare Regina Margherita di Brindisi, e per il Negroamaro Wine Festival. Nel primo caso la somma chiesta in pagamento dal Comune ammontava a 27.148 euro, nel secondo l’importo era arrivato a 120mila euro (circa) a far data dal 2013.

In entrambi i casi gli organizzatori hanno contestato i solleciti, hanno chiesto incontri nel tentativo di raggiungere un accordo, ma la risposta è sempre stata negativa. L’Amministrazione, sempre gestione commissariale, è stata irremovibile. La storia contemporanea ha raccontato della decisione di Castelli di sospendere il contributo in favore del Negroamaro e la Onlus non ha più organizzato il wine festival, nonostante fosse stata confermato per l’estate 2016. Solo di recente si è appreso che la sindaca Angela Carluccio ha incontrato i rappresentanti dell’associazione no profit per riavviare il dialogo in vista del ritorno dell’evento. Ma della Tosap nessuna notizia.

Snim 2013 (63)

Si apprende, invece, che la società Snim srl in qualità di organizzatrice del Salone Nautico, ha scelto la strada legale e lo ha fatto con atto di citazione notificato al Comune lo scorso 27 ottobre, per l’udienza che dovrebbe tenersi tra qualche giorno: chiede la “condanna del Comune, in persona del sindaco pro-tempore, all’immediato pagamento della somma di 27.148 euro oltre interessi legali dal 16 ottobre 2015 sino all’effettivo soddisfo”, più spese e compensi di lite.

Secondo i legali della società, la compensazione operata dal Comune fra contributo di 40mila previsto nella convenzione del 12 marzo 2015 e la Tosap per 27.148, è “ingiustificata e illegittima” perché – si legge nell’atto – “non è possibile operare” una sottrazione “tra un credito certo, liquido, esigibile e riconosciuto e un credito non dovuto, presunto, illiquido e non esigibile”.

L’avvocato interno del Comune, Francesco Trane, ha chiesto ai dirigenti del settore Tributi e del Gabinetto informazioni e documentazioni utili, ma è lo stesso capo dell’ufficio legale a sostenere di “non aver ricevuto alcun riscontro alla nota”.

In ogni caso, “si ritiene opportuno, a salvaguardia dei diritti e degli interessi dell’Ente, costituirsi in giudizio”. La Giunta ha condiviso e sarà Trane a rappresentare il Comune per sostenere – in Tribunale – che la Tosap deve essere pagata. La Snim srl, a quanto pare, ha iniziato a navigare in direzione di Bari per organizzare la prossima edizione del salone nautico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento