menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gasolio sporco: arrivano i primi risarcimenti per gli automobilisti

Versati 500 euro a uno degli automobilisti danneggiati. "Grazie al gestore del distributore per la disponibilità"

BRINDISI – Arrivano i primi risarcimenti per i danni causati dai rifornimento di gasolio sporco. Si ricorderà che nel corso delle festività natalizie decine di automobilisti restarono in panne dopo essersi riforniti presso una serie di distributori situati fra le province di Brindisi, Lecce e Taranto, a seguito di un problema di mixaggio verificatosi in una raffineria della regione. 

I gestori delle pompe di benzina che hanno ricevuto il carburante difettoso, pur non essendo direttamente responsabili dei danni, hanno avviato le pratiche risarcitorie. Fra questi c’è il gestore del distributore Agip situato nei pressi del cimitero di Mesagne. 

Uno degli automobilisti danneggiati ha contattato la redazione di BrindisiReport per esprimere il suo apprezzamento nei confronti del benzinaio. “Lo ringrazio – dichiara il cittadino – per la disponibilità con cui ha gestito le pratiche”.

All’automobilista è stata versata, tramite bonifico, la somma di 500 euro per i danni subito da un iniettore della Ford Cmax, inclusi i costi del pezzo, della manodopera e di una notte trascorsa in un B&B a causa del problema. Attraverso una nota diramata nei giorni in cui esplose il caso, i gestori dei distributori rivendicarono la loro estraneità al problema, sostenendo di essere “vittime truffate almeno quanto gli automobilisti interessati dai rifornimenti di gasolio sporco”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento