Cronaca

Goggi avrebbe registrato lo scontro con Luperti. Copia pure al Comune

BRINDISI - C'è una registrazione dell'ultima riunione dell'Ufficio di Piano che si è svolta al Comune allo scopo di fare il punto sul Pug: si tratta di un file audio che sembra destinato a costituire una prova di quanto avvenuto realmente nel settore urbanistico

BRINDISI – C’è una registrazione dell’ultima riunione dell’Ufficio di Piano che si è svolta al Comune allo scopo di fare il punto sul Pug: si tratta di un file audio che sembra destinato a costituire una prova di quanto avvenuto realmente nel settore Urbanistica, tra l’assessore Pasquale Luperti e l’architetto milanese Giorgio Goggi, al quale l’ente ha assegnato l’incarico per la redazione del piano urbanistico generale.

Il file. La scoperta dell’esistenza di voci registrate viene a galla nelle ultime ore, ore concitate perché lo scontro fra il professore Goggi e la parte pubblica (dirigente compreso) ha già raggiunto l’apice, dal momento che il progettista –sentendosi accusato di alcune circostanze presunte relative alla redazione del piano - aveva già presentato una denuncia alla Procura di Milano, trasmessa per competenza a Brindisi, dopo la conferenza stampa del sindaco Consales di qualche settimana addietro.

E proprio per questo l’architetto avrebbe deciso di registrare l’incontro, poi tramutatosi in uno scontro, che si è tenuto il 20 maggio nell’ufficio dell’assessore, alla presenza del dirigente del settore Urbanistica, Fabio Lacinio e del segretario generale del Comune di Brindisi, Paola Giacovazzo. Cosa sia effettivamente avvenuto quella mattina, quale siano state le parole usate e volate attorno al tavolo, non è possibile saperlo se non ascoltando la registrazione che sembra sia stata effettuata da Goggi, ma poi concessa in copia anche al Comune. Almeno questo sostengono da Palazzo di Città, pronti a replicare nelle stesse sedi scelte dal professore: gli uffici della Procura, ancora una volta chiamati a fare luce su cosa sia accaduto al Comune di Brindisi.

L’assessore Luperti. “Noi non abbiamo nulla da nascondere. Anzi. Quando ci siamo accorti che Goggi stava registrando l’incontro non ci siamo opposti, ci siamo limitati a chiedere che il file fosse sbobinato e messo a disposizione dell’amministrazione, cosa che ha fatto il segretario generale”, dice Luperti. Giura di non aver saputo dell’esistenza di un registratore portato dall’architetto, sino a quando non gli è stato riferito. “Bene, ho detto. Vorrà dire che quella trascrizione, non appena verrà ultimata, sarà portata in Procura assieme a tutta la documentazione che si riferisce al piano urbanistico generale, a partire dal bando per l’affidamento dell’incarico e dal contratto che il professionista ha firmato con il Comune di Brindisi”. Ma forse lo farà prima Goggi.

Le “carte” che ricostruiscono la storia dell’arrivo a palazzo di città di Giorgio Goggi, con l’amministrazione di centrodestra guidata da Domenico Mennitti, con l’architetto Antonio Bruno all’Urbanistica, sono state già raccolte dallo stesso progettista, in passato consulente del Ministero dei Trasporti, selezionato fra dodici candidature pervenute dopo il bando dell’8 febbraio 2010, a fronte di un impegno di spesa pari a 190mila euro oltre Iva. E sono state allegate alla denuncia. Non è escluso che tra gli allegati ci sia anche il file audio cui si riferisce Luperti.

“Goggi ha usato termini piuttosto pesanti”, continua il titolare della delega all’Urbanistica. “Non nei miei confronti, sia chiaro, ma nei riguardi del Comune. Di fronte ad affermazioni di questo tipo, ho dichiarato che la riunione dell’ufficio di piano era terminata non prima di far sapere che sarebbe stata cura del nostro segretario generale procedere quanto prima a trasmettere tutto all’autorità giudiziaria perché si stabilisca la verità”, prosegue. “E allo stesso tempo il segretario farà tutto quello che è necessario fare per la rescissione del contratto essendo venuto meno l’elemento fondamentale, la fiducia”.

Esito del contratto a parte, è sul file che pare destinata a essere giocata la partita ormai passata sul terreno giudiziario. “La registrazione audio sicuramente sarà un supporto importante in questa direzione e finalmente si capirà come stanno davvero le cose: io le responsabilità me le sono sempre assunte e anche questa volta ci metto la faccia. Tanto più che in diverse occasioni ho chiesto al professore Goggi spiegazioni convenendo con lui che il Pug richiede tempo e studio”.

“Non sono un architetto o un ingegnere, ma mi pare evidente che non si può pensare di scrivere il futuro di Brindisi in un lampo. D’altro canto, il contratto a suo tempo firmato, prevedeva scadenze precise: mi permetto di ricordare che la prima importante per avere un Pug trasparente e condiviso era quella del 23 dicembre, quando avrebbe dovuto essere depositato il Piano urbanistico strutturato relativo alle azioni immediate. E invece niente. Eppure il Comune ha fatto la sua parte. Mi dispiace, ma oltre non si può andare e me ne rammarico”.

In primo piano, il prof.Giorgio GoggiIl progettista Goggi. Diversa, come si sa, la verità sostenuta da Goggi secondo cui al momento di “prender atto della consegna dell’elaborato definitivo del Piano strutturale, l’amministrazione si è rifiutata di prenderlo in esame, ponendo come pregiudiziale la fissazione della data di consegna finale”. Non solo. “E’ falso dire che io abbia richiesto dieci anni di tempo: il cronoprogramma voluto, utilizzato e poi rigettato dall’Amministrazione prevedeva la consegna ai primi del 2016, una proposta di mediazione per fine ottobre 2015, del 20 marzo scorso, è stata parimenti rigettata. Fissare una scadenza più ravvicinata sarebbe stato irresponsabile, viste le perduranti inadempienze dell’Amministrazione”, ha scritto l’architetto milanese. “Il Comune dice di aver fornito tutto: come mai le copie delle concessioni edilizie e dei condoni rilasciati non sono mai pervenute, nonostante le normative lo prevedano prima della redazione del piano?”.

L’interrogativo è stato consegnato ai magistrati. La risposta potrebbe arrivare dall’ascolto del file audio. Con le voci autentiche dei diretti protagonisti e annessa trascrizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Goggi avrebbe registrato lo scontro con Luperti. Copia pure al Comune

BrindisiReport è in caricamento