rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Cronaca

I consiglieri brindisini a Torre Guaceto con curricula di dieci righe

Questi sono giorni in cui a Torre Guaceto arriva di tutto. Ma non si tratta solo della guerra scoppiata attorno allo scarico del depuratore di Bufalaria, delle ispezioni, dei sopralluoghi e degli esposti, ma anche dei nuovi rappresentanti del Comune di Brindisi nel consiglio di amministrazione

BRINDISI – Questi sono giorni in cui a Torre Guaceto arriva di tutto. Ma non si tratta solo della guerra scoppiata attorno allo scarico del depuratore di Bufalaria, delle ispezioni, dei sopralluoghi e degli esposti, ma anche dei nuovi rappresentanti del Comune di Brindisi nel consiglio di amministrazione del Consorzio di gestione dell’Area marina protetta e della riserva naturale dello Stato. Per Brindisi Bene Comune, il nuovo vicepresidente ed il consigliere che rappresentano l’amministrazione del capoluogo nell’organismo, sono stati scelti dalla politica sulla base esclusiva di divisioni di posti negli enti, e non certo per le competenze. E a dimostrazione di ciò, pubblica i due curricula degli interessati.

Curriculum Laguercia-2I due documenti, che compaiono sulla pagina Facebook di Brindisi bene Comune, accessibile perché si tratta di un gruppo aperto, sono sconcertanti. Intanto uno è di sole undici righe e l’altro di dodici, quando i curricula degli altri candidati che hanno partecipato alla manifestazione di interessi indetta dal sindaco Mimmo Consales, arrivano a contare in taluni casi anche dieci pagine, annota il consigliere comunale Riccardo Rossi.

Competenze in materia di tutela ambientale, gestione di parchi e riserve naturali, interessi personali almeno prossimi a questi temi, hobby o letture, nulla: manco il ricordo di una passeggiata a Pennagrossa. Due rispettabili diplomati con attività sindacale alle spalle, Cosimo Laguercia ed Enrico Latini, ma nulla di più del fatto che entrambi sono consiglieri comunali di gruppi che supportano la maggioranza.

Curriculum Latini-2E poi quei curricula (che pubblichiamo anche noi) hanno format identici: cambiano solo i dati anagrafici, i titoli di studio e le attività lavorative. Sembrano scritti con lo stesso pc, si legge nel post di Brindisi Bene Comune, e sono stati consegnati al protocollo del Comune lo stesso giorno a distanza di pochi minuti l’uno dall’altro.

Qualcuno dei 15 professionisti aspiranti a rappresentare il Comune di Brindisi nell’organo di gestione di Torre Guaceto aveva creduto davvero che con un curriculum di tutto rispetto avrebbe avuto qualche speranza contro le dieci-dodici righe di Latini e Laguercia? Mica siamo a Goteborg.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I consiglieri brindisini a Torre Guaceto con curricula di dieci righe

BrindisiReport è in caricamento