Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

La litoranea del disonore, altro che via cicloturistica fino a Ostuni

Tenere pulita la litoranea nord di Brindisi continua a rivelarsi una missione impossibile per il Comune di Brindisi, che né con la società di igiene urbana, né con la polizia locale riesce a condurre in porto

BRINDISI – Tenere pulita la litoranea nord di Brindisi continua a rivelarsi una missione impossibile per il Comune di Brindisi, che né con la società di igiene urbana, né con la polizia locale riesce a condurre in porto e a riversare sugli incivilissimi autori di questo sconcio la pioggia di adeguate sanzioni e denunce che potrebbero fare da deterrente e ridimensionare il fenomeno. E questa provinciale dovrebbe rappresentare un tratto della via ciclabile tra Brindisi e Ostuni, brillante idea annunciata nei giorni scorsi?

GUARDA IL VIDEO DELLO SCEMPIO LUNGO LA LITORANEA

Per mettere sotto gli occhi di cittadini e turisti la distesa praticamente inesauribile di sfalci di giardino, rottami di mobili ed elettrodomestici, materiale edile di risulta, materassi sfondati e macchiati, che ad ogni cambio di stagione si riversano ai bordi della strada? Le promesse di controlli più serrati non sono state mantenute, e pensiamo di aver fatto molto bene a non partecipare ai sopralluoghi-sceneggiata di qualche amministratore, cui ha fatto seguito il nulla.

rottami e materiali di scarto abbandonati sulla litoranea di brindisi-2

E’ una condizione vergognosa che dovrebbe togliere il sonno a sindaco ed assessori, ma qui comandano gli indisciplinati, gli inquinatori e i menefreghisti. Purché dotati del diritto di voto. Possono fare ciò che vogliono, tanto non li becca nessuno perché, pur rappresentando una criticità storica per l’abbandono dei rifiuti speciali (che è un reato penale), tali sono masserizie, sfalci e materiale di risulta da lavorazioni varie, e dei rifiuti solidi urbani, la litoranea nord di Brindisi non è adeguatamente sorvegliata.

Da parte dei mezzi di informazione non si può che tornare a denunciare per l’ennesima volta questo degrado che è un insulto alla città e che richiederebbe anche indagini opportune, oltre che repressione immediata, perché non è tanto difficile capire da dove arrivano quei cumuli di materiale abbandonato.

rottami e materiali di scarto abbandonati sulla litoranea di brindisi 2-2-2

Occorre anche chiedersi se dietro tutto questo vi sia un cattivo funzionamento dell’isola ecologica e del servizio di ritiro dei rifiuti ingombranti, oppure se anche in questo caso influiscano molto l’indolenza e la disabitudine a servizi delle strutture per l’igiene urbana di una parte dei cittadini. Magari caricare in auto oggetti domestici di scarto forse è troppo per chi spesso non ce la fa neppure a raggiungere un cassonetto della differenziata. Figuriamoci l’isola ecologica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La litoranea del disonore, altro che via cicloturistica fino a Ostuni
BrindisiReport è in caricamento