menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anche a Fasano vietati botti e fuochi pirotecnici fino all'otto gennaio

Il sindaco emette un'ordinanza che vieta lanci e spari di petardi, mortaretti e artifici similari e di ogni tipo di fuoco pirotecnico nelle strade, piazze ed aree pubbliche

FASANO - Si allunga la lista di Comuni della Provincia di Brindisi in cui saranno vietati botti e fuochi pirotecnici in occasione delle festività di Natale e Capodanno. Un’ordinanza che vieta lanci e spari di petardi, mortaretti e artifici similari e di ogni tipo di fuoco pirotecnico nelle strade, piazze ed aree pubbliche è stata firmata nella giornata odierna dal sindaco di Fasano, Francesco Zaccaria. 

“Il divieto – si legge in una nota dell’amministrazione comunale - vale da oggi (27 dicembre) e fino alle ore 7 dell’8 gennaio prossimo e deve essere rispettato dai detentori di materiale pirotecnico non titolari di licenza né autorizzati all’attuazione di manifestazioni pirotecniche nei luoghi pubblici, insomma, il divieto vale per tutti i privati cittadini”. 

Obiettivo del provvedimento è quello di “salvaguardare l’incolumità delle persone e per evitare che il rumore assordante prodotto in contemporanea dall’eventuale lancio di materiale pirotecnico possa avere effetti traumatici negli animali a causa del panico da rumore di cui potrebbero venire a soffrire le bestiole”. 

“Il primo cittadino invita chi volesse utilizzare materiale pirotecnico legale in giardini e spazi privati o sui balconi prospicienti in aree pubbliche e strade a limitarne al massimo l’uso e, comunque, a seguire attentamente le istruzioni d’utilizzo. Chi non rispettasse l’ordinanza sarebbe passibile di una sanzione da 50 euro, oltre ad eventuale deferimento all’autorità giudiziaria, qualora se ne ravvedessero gli estremi penali”.      

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento