rotate-mobile
Cronaca

India, l’ordine: “Nave non lasci Kochi”

BRINDISI - La Enrica Lexie deve rimanere nel porto di Kochi. Lo ha stabilito l'Alta Corte del Kerala. Come riferisce il Times of India, la Corte ha ordinato che la nave italiana non lasci Kochi, finché non verrà presa un decisione in merito alle richieste di risarcimento avanzate dalle famiglie dei due pescatori (che secondo le autorità Indiane sarebbero stati uccisi dai marò italiani) e dal proprietario del peschereccio sul quale lavoravano i due uomini.

BRINDISI - La Enrica Lexie deve rimanere nel porto di Kochi. Lo ha stabilito l'Alta Corte del Kerala. Come riferisce il Times of India, la Corte ha ordinato che la nave italiana non lasci Kochi, finché non verrà presa un decisione in merito alle richieste di risarcimento avanzate dalle famiglie dei due pescatori (che secondo le autorità Indiane sarebbero stati uccisi dai marò italiani) e dal proprietario del peschereccio sul quale lavoravano i due uomini.

L'Alta Corte del Kerala avrebbe chiesto in particolare all'armatore della Enrica Lexie e alle famiglie dei due pescatori se intendono procedere a un accordo extragiudiziale in merito ai risarcimenti chiesti dalle famiglie dei due uomini.

"Il governo è molto presente, in questo momento è in India con la presenza del ministro degli Esteri, il che la dice lunga". Lo ha detto il Capo di Stato maggiore della difesa, generale Biagio Abrate, a margine di una iniziativa in Regione Lazio, a chi gli chiedeva se ci fossero novità sulla vicenda dei due marò. "Ci sono tutti i nostri uomini della difesa, compresi i tecnici al lavoro per le perizie tecniche necessarie - ha aggiungere - per comprendere esattamente ciò che è successo nel concreto e non soltanto per ciò che sono le varie ipotesi che sono emerse in questi giorni".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

India, l’ordine: “Nave non lasci Kochi”

BrindisiReport è in caricamento