rotate-mobile
Cronaca

La Asl agevola il personale Onu

BRINDISI – Dopo la decisione di istituire una scuola internazionale a Brindisi per i figli del personale della Base logistica delle Nazioni Unite e degli enti internazionali che vi operano, arriva anche una iniziativa della Asl.

BRINDISI - Dopo la decisione di istituire una scuola internazionale a Brindisi per i figli del personale della Base logistica delle Nazioni Unite e degli enti internazionali che vi operano, arriva anche una iniziativa della Asl che nei giorni scorsi ha deliberato un provvedimento sempre collegato a questa numerosa presenza di operatori stranieri con le famiglie al seguito: "Linee guida circa le opzioni di accesso ai servizi sanitari erogati dalla Asl da parte dei dipendenti stranieri della base delle Nazioni Unite sita in Brindisi e dei dipendenti di Organizzazioni internazionali operanti in Italia in genere".

La delibera, che porta la data del 20 maggio, risponde ad una "sempre più pressante la richiesta di erogazione di servizi sanitari in favore di cittadini stranieri regolarmente soggiornanti nel nostro territorio, che non rientrano però nelle tipologie per le quali è prevista l'iscrizione obbligatoria al SSN, quali i dipendenti di Organizzazioni internazionali operanti in Italia, come il personale straniero della base logistica delle Nazioni Unite con sede in Brindisi e del personale straniero al loro seguito".

La legge, e più precisamente la 286 del 1998 all'articolo 34, prescrive che i cittadini stranieri residenti in Italia sono obbligati ai fini dell'assistenza sanitaria o di una eventuale maternità a sottoscrivere una apposita polizza oppure ad iscriversi volontariamente al Servizio sanitario nazionale. Ciò detto, resta il problema dell'orientamento delle scelte e dell'introduzione all'accesso ai servizi disponibili, cui la Asl di Brindisi ha deciso di dare una soluzione con un apposito provvedimento che agevoli l'accesso dei dipendenti delle Nazioni unite all'assistenza sanitaria a Brindisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Asl agevola il personale Onu

BrindisiReport è in caricamento