Marijuana in casa, fratelli denunciati

SAN MICHELE SALENTINO - Sorpresi con la droga in casa, denunciati due fratellastri del posto, M.S.M. di 26 anni e un minore. I due, accusati di detenzione illecita di sostanze stupefacenti, sono stati trovati con dodici grammi di marijuana suddivisa in tre involucri.

La marijuana sequestrata ai due fratelli di San Michele

SAN MICHELE SALENTINO - Sorpresi con la droga in casa, denunciati due fratellastri del posto, M.S.M. di 26 anni e un minore. I due, accusati di detenzione illecita di sostanze stupefacenti, sono stati trovati con dodici grammi di marijuana suddivisa in tre involucri.

Sono stati perquisiti dai carabinieri della locale stazione unitamente ai militari del nucleo operativo e radiomobile perché, in seguito a un'accurata attività investigativa, è emerso che i due fratellastri erano coinvolti in qualche giro di droga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari hanno voluto vederci chiaro e nel pomeriggio di ieri li hanno sottoposti a ispezione, prima personale e poi domiciliare. I sospetti si sono rivelati fondati. Nelle rispettive camere da letto dei due sammichelani, ben occultata, è stata trovata della marijuana. Per i due è scattata la denuncia mentre la droga è stata sequestrata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • Assalto al blindato Cosmopol, gli arresti della banda

  • Si accascia in spiaggia e muore, tragica domenica per un anziano francavillese

  • “Ego”: Jasmine Carrisi debutta come cantante

  • Alle rapine con la mamma: colpi ai distributori, quattro arresti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento