menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un altro stalker riceve il divieto di avvicinamento dopo denuncia vittima

Si stratta di un giovane di 23 anni di Ostuni. La ex fidanzata in una circostanza era stata costretta a recarsi al pronto soccorso

OSTUNI – Non potrà avvicinarsi a meno di 300 metri dalla ex fidanzata e dai luoghi frequentati dalla stessa (anche nell’ipotesi di incontro occasionale), un giovane di Ostuni di 23 anni, colpito ieri giovedì 18 luglio da ordinanza del giudice delle indagini preliminari, a seguito di una specifica richiesta del pm che si occupa del caso. Le indagini su questo ennesimo caso di stalking, e la notifica all’interessato della misura coercitiva, sono state eseguite dagli investigatori del commissariato di Ostuni.

La vittima si era infatti rivolta alla Polizia di Stato per denunciare la propria condizione di perdita pressoché totale di qualità della propria vita, a causa delle violenze fisiche, psicologiche e degli persecutori protrattisi nel tempo, e in particolare viene menzionato un caso in cui la ragazza fu costretta a recarsi al pronto soccorso, dove fu medicata e giudicata guaribile in 10 giorni.

Eseguiti gli accertamenti sulle circostanze esposte dalla parte lesa, sotto la direzione del magistrato inquirente, la polizia ha poi consegnato una ulteriore relazione di servizio, in base alla quale è stato infine disposto il divieto di avvicinamento. Vale la pena ricordare che la normativa in vigore prevede anche l’ammonizione da parte dell’autorità di pubblica sicurezza (il questore), ed infine l’arresto per chi persiste nelle azioni persecutorie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Alimentazione

I motivi per cui il peso varia da un giorno all'altro

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento