Niente ritenute dipendenti: sequestro

BRINDISI – Sequestro preventivo di beni e somme di denaro per un valore complessivo di 380mila euro nei confronti di un'azienda che opera nel settore meccanico e di carpenteria.

Accertamenti fiscali della Guardia di Finanza

BRINDISI – Sequestro preventivo di beni e somme di denaro per un valore complessivo di 380mila euro nei confronti di un'azienda che opera nel settore meccanico e di carpenteria, una srl situata nella zona industriale di Brindisi. I sigilli sono stati posti questa mattina dai militari della compagnia della Guardia di finanza di Brindisi, diretti dal capitano Giovanni Andriani, all’esito di specifiche indagini economico-finanziarie, che hanno permesso di accertare che l'azienda in questione non ha versato le ritenute sugli stipendi dei dipendenti. Denunciato l'amministratore.

Il vincolo cautelare, equivalente all’ammontare degli omessi versamenti, circa 380mila euro, è stato applicato su: somme di denaro depositate su vari conti correnti e polizze assicurative e 11 automezzi. L'attività lavorativa dell'azienda, però non è stata bloccata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

  • Covid, Puglia: la curva rallenta. Nel Brindisino cinque decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento