Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Operaio annegato in voragine: sei indagati

FRANCAVILLA FONTANA - Sono sei le persone fra responsabili della ditta e tecnici dell'Aqp (il Comune è estraneo) che il sostituto procuratore Manuela Pellerino, che procede per concorso in omicidio colposo, ha iscritto nel registro degli indagati per la morte di di Angelo Reschi, l’operaio 38enne di Aradeo (dipendente di una ditta di Galatina) che ieri mattina ha perso la vita a Francavilla Fontana.

FRANCAVILLA FONTANA - Sono sei le persone fra responsabili della ditta e tecnici dell'Aqp (il Comune è estraneo) che il sostituto procuratore Manuela Pellerino, che procede per concorso in omicidio colposo, ha iscritto nel registro degli indagati per la morte di di Angelo Reschi, l'operaio 38enne di Aradeo (dipendente di una ditta di Galatina) che ieri mattina ha perso la vita a Francavilla Fontana. Reschi si stava occupando di lavori alle condutture idriche cittadine, in via Barbaro Forleo, a pochi passi dal Comune, su appalto dell'Acquedotto pugliese. L'uomo è rimasto inghiottito da una voragine ed è poi stato sommerso dall'acqua fuoriuscita da uno dei grossi tubi sotterranei. Sarebbe morto, stando ai primi accertamenti, per asfissia da annegamento. A nulla sono valsi i tentativi disperati dei colleghi di estrarlo dal lago di melma in cui era immerso.

Alle sei persone iscritte nel registro degli indagati (atto dovuto), fra cui figurerebbero i responsabili della ditta per cui Reschi prestava servizio, sarà quindi concesso di nominare un consulente di parte per l'autopsia: il conferimento incarico è stato fissato per martedì 3 settembre alle 12, l'esame sarà eseguito, per conto della procura, dal medico legale Antonio Carusi nel pomeriggio dello stesso giorno. Gli accertamenti sulla dinamica e sul rispetto delle norme sulla sicurezza dei lavoratori vengono condotti dagli ispettori dello Spesal della Asl e dai carabinieri di Brindisi, coordinati dal pm Manuela Pellerino.

Le persone coinvolte nell'inchiesta sono il legale rappresentante e le figure addette alla sicurezza ditta per cui Reschi prestava servizio, oltre che i responsabili del cantiere e i tecnici degli enti appaltanti. Gli avvisi di conferimento incarico saranno notificati domattina.Solo dopo l'autopsia sarà concesso il nulla osta per la sepoltura e potrà essere quindi fissata la data dei funerali che si svolgeranno ad Aradeo, cittadina del Salento in cui Reschi viveva insieme alla moglie, alla quale aveva chiamato poco prima della tragedia, e ai figli. Anche padre del giovane era morto di incidente sul lavoro quando il figlio era molto piccolo. Le persone indagate sono tutte responsabili della ditta Vincenzo Fiocca e tecnici dell'Acquedotto pugliese. Non vi sono funzionari del Comune di Francavilla coinvolti.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio annegato in voragine: sei indagati

BrindisiReport è in caricamento