menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il palco da cui è caduto l'operaio

Il palco da cui è caduto l'operaio

Operaio precipitato, buone speranze

LATIANO – Franco Distante, l’operaio latianese rimasto gravemente ferito mercoledì 17 agosto sul luogo di lavoro, reagisce bene alle terapie. I medici del reparto di rianimazione dell’ospedale Perrino di Brindisi ancora per qualche giorno lo terranno in coma farmacologico, ma hanno comunicato i familiari che il paziente potrebbe presto essere risvegliato.

LATIANO - Franco Distante, l'operaio latianese rimasto gravemente ferito mercoledì 17 agosto sul luogo di lavoro, reagisce bene alle terapie. I medici del reparto di rianimazione dell'ospedale Perrino di Brindisi ancora per qualche giorno lo terranno in coma farmacologico, ma hanno comunicato i familiari che il paziente potrebbe presto essere risvegliato.

Sono passati cinque lunghissimi giorni da quell'incidente sul lavoro che ha visto coinvolto il 53enne Distante il quale, mentre con altri operai smontava il palco della ditta Belle Epoque, dove la sera prima si era esibito il cantante Tony Barletta, è precipitato da un'altezza di circa cinque metri ed ha battuto violentemente la testa.

Franco Distante due giorni fa è stato sottoposto dagli specialisti di neurochirurgia del nosocomio brindisino ad un altro delicatissimo intervento alle vertebre, schiacciate in seguito alla caduta dal palco di mercoledì scorso.

Dopo lunghe ore di intervento, i medici usciti dalla sala operatoria al quinto piano, hanno rassicurato i parenti del 53enne, che non lasciano i corridoi del reparto di Rianimazione dell' Ospedale Perrino nemmeno un attimo per rimanere accanto a Franco. Ancora pochi giorni - hanno dichiarato i medici del reparto di Rianimazione - e poi si potrà risvegliare il paziente dal coma farmacologico.

Franco Distante è un uomo forte e a Latiano tutti lo conoscono come una persona brava e allegra. La pagina del social network Facebook di Franco Distante, giornalmente è sempre invasa da messaggi di sostegno e amicizia. "Forza Franco, ti stiamo aspettando": questo post racchiude tutti i messaggi indirizzati all'operaio ancora in prognosi riservata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento