menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, pronto il maxi bando Aro. Intanto proroga a Ecotecnica

Procedure per la gara di dieci anni entro fine mese. Il Comune conferma la società sino a dicembre

BRINDISI – Dopo anni di stand-by forzato, sembra essere arrivato il tempo della svolta per il maxi bando decennale per la gestione dei rifiuti nei Comuni dell’Aro, Brindisi in testa: dalla Regione è arrivato il via libera all’avvio della procedura di gara, mentre a Palazzo di città è stata decisa una proroga in favore della società Ecotecnica allo scopo di garantire continuità.

rifiuti centro-2-2

Il maxi bando

La struttura commissariale in più di qualche occasione ha sollecitato l’Ager, l’agenzia regionale, chiedendo notizie sul bando. L’ultima lettera partita da Palazzo di città risale all’11 maggio scorso, con richiesta di un “rapido svolgimento della gara”. La risposta è arrivata a distanza di un mese: “Si potrà procedere all’adozione del provvedimento di avvio all’espletamento della gara entro il 30 giugno 2018”, si legge nella missiva notificata il 22 giugno scorso, a firma del responsabile unico del procedimento, Mauro Di Molfetta. L’incognita, peraltro ammessa dagli uffici baresi, è legata ai tempi necessari per l’iter di “accreditamento presso l’Anac”, l’autorità nazionale anticorruzione.

La proroga

Stando così la situazione, il Comune non ha potuto fare altro che riconoscere una proroga tecnica alla società titolare dell’appalto per la raccolta dei rifiuti solidi urbani a Brindisi, la Ecotecnica, “nelle more dell’espletamento delle procedure per il servizio unitario per conto dell’Aro Brindisi 2 da parte dell’Ager”. La proroga non potrà andare oltre il 31 dicembre prossimo, “fatta salva l’immediata interruzione qualora intervenga l’attivazione del rapporto con la ditta aggiudicataria della gara unitaria” che avrà durata di dieci anni. La precisazione è stata inserita nella determina firmata dal dirigente Gaetano Padula.

mezzi Ecotecnica (3)-2

Il costo del servizio

Quanto alle condizioni per lo svolgimento del servizio di raccolta in regime di proroga, saranno le stesse del contratto firmato tra le parti il primo agosto 2017. Fu uno dei primi atti della gestione commissariale affidata a Santi Giuffrè, appena insediata dopo la caduta dell’Amministrazione comunale per effetto delle dimissioni contestuali di 17 consiglieri.

L’importo impegnata nel bilancio ammonta a otto milioni e 472,046,22 centesimi. La somma è comprensiva di Iva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Allarme lupi: stragi di asini e capre nelle campagne

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

  • Emergenza Covid-19

    Covid, cure a domicilio: "Più di 1500 i pazienti già seguiti dalle Usca"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento