rotate-mobile
Cronaca Ostuni

Rifiuto selvaggio sfida l'ordinanza

OSTUNI – Il sindaco emette le ordinanze contro rifiuto selvaggio ed i suoi praticanti? E quelli se ne fregano. Il sindaco ordina all’impresa e ai vigili di controllare i siti più colpiti? Ma sino ad oggi non risulta che qualcuno ci abbia rimesso le penne. L’ordinanza prevede anche l’impiego di telecamere? Ci risulta che le stiano usando gli ausiliari del traffico per multare i turisti per divieto di sosta.

OSTUNI - Il sindaco emette le ordinanze contro rifiuto selvaggio ed i suoi praticanti? E quelli se ne fregano. Il sindaco ordina all'impresa e ai vigili di controllare i siti più colpiti? Ma sino ad oggi non risulta che qualcuno ci abbia rimesso le penne. L'ordinanza prevede anche l'impiego di telecamere? Ci risulta che le stiano usando gli ausiliari del traffico per multare i turisti per divieto di sosta.

Intanto se il Comune minaccia l'impiego di videocamere, dall'altra parte rispondono addirittura con i televisori. Ne hanno lasciati ben quattro stamani accanto ai soliti cassonetti della piccola area di parcheggio di via Caduti di Nassiriya, proprio quella segnalata dei residenti qualche giorno non solo per questo fenomeno, ma anche per la sporcizia che vi regna sovrana e non certo per colpa degli abitanti della zona.

Non sono certo i cittadini dei condomini della strada in questione a scaricare rifiuti di pescheria o di macelleria nei cassonetti, attirando sciami di vespe che hanno aggredito giorni fa un bambino. E chi deve lavare le chiazze di percolato che invadono ormai quasi tutto il piazzale? Che fa l'impresa che ha in appalto il servizio di igiene urbana per eliminare lo sconcio?

Se lo chiedono i cittadini, ormai quasi del tutto convinti che l'unica cosa da fare sia passare alle denunce sia presso la Asl che presso i carabinieri o la Polizia di Stato, visto che il percolato è a sua volta un rifiuto speciale, e come tale va trattato e non lasciato sull'asfalto in un luogo di transito e accanto ad un campetto da gioco.

E la richiesta di spostare i cassonetti da quel punto viene rinnovata, visto che mancano sia le necessarie attenzioni igieniche che la vigilanza sui trasgressori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuto selvaggio sfida l'ordinanza

BrindisiReport è in caricamento