Cronaca

Il parco eolico Enel? Tra gli ulivi monumentali. Sottoposto a sequestro, cinque indagati

Un parco eolico tra gli ulivi monumentali in fase di realizzazione da parte di Enel è stato posto sotto sequestro stamani a San Vito dei Normanni dalla guardia di finanza di Ostuni. Cinque le persone indagate, due dirigenti di Enel Green Power, due tecnici e il responsabile dell'Utc di San Vito.

SAN VITO DEI NORMANNI - Un parco eolico immerso tra gli ulivi monumentali, in fase di realizzazione da parte di Enel, è stato posto sotto sequestro stamani a San Vito dei Normanni (Brindisi) dalla guardia di finanza di Ostuni (Brindisi). Sono cinque le persone indagate, due dirigenti di Enel Green Power, due tecnici del posto e il responsabile dell’Ufficio tecnico di San Vito dei Normanni. L’accusa per tutti è di lottizzazione abusiva, ipotesi di reato che si regge sulla relazione di consulenti che avrebbero rilevato anomalie autorizzative, tra cui la mancata sottoposizione dell’impianto, i cui lavori sono stati avviati nel gennaio 2014, alla Via, oltre che difformità di diverso genere sulla ubicazione di sei aerogeneratori.

I tecnici che si sono occupati dell’iter autorizzativo, inoltre, avrebbero falsamente attestato l’assenza in zona di ulivi monumentali, tutelati da una specifica legge regionale, che invece si trovavano non a molta distanza dal parco, secondo l’ipotesi d’accusa. Sarebbero state inoltre omesse la valutazione di natura geomorfologica e commesse violazioni relative alle tradizioni alimentari locali e alla biodiversità in aree sottoposte a vincolo paesaggistico. L’inchiesta trae origine da un esposto presentato da un comitato locale che protestava da tempo contro il parco eolico in questione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il parco eolico Enel? Tra gli ulivi monumentali. Sottoposto a sequestro, cinque indagati

BrindisiReport è in caricamento