menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Motori per lavatrici e giocattoli senza marchio CE: grossi sequestri al porto

I carichi, a bordo di due Tir, provenivano dalla Bulgaria e dalla Cina, via Grecia, diretti nel Napoletano e in Spagna

BRINDISI - Duplice sequestro di prodotti privi del marchio CE nel porto di Brindisi, nel corso dei controlli condotti quotidianamente dal personale dell'Agenzia delle Dogane assieme alla Guardia di Finanza. Questa volta sono stati intercettati due carichi, uno di ben 4.400 motori elettrici per lavatrici provenienti dalla Bulgaria e destinati ad una ditta della provincia di Napoli, privi della prescritta certificazione per le merci destinate al mercato interno dell'Unione Europea, e un altro di 39mila giocattoli di peluche provenienti dalla Cina e sdoganati in Grecia. In questo caso, il carico era destinato al mercato spagnolo.

motori lavatrici sequestrati-2

L'operazione è stata condotta nell'area del terminal traghetti di Punta delle Terrare, a Costa Morena, allo sbarco dalla Grecia. La merce è stata rinvenuta durante un controllo effettuato su due autoarticolati guidati rispettivamente da un cittadino rumeno e da un cittadino bulgaro. Nei confronti di entrambi i conducenti si è proceduto alla contestazione della violazione amministrativa per “introduzione nella Comunità Europea di merce priva della marcatura CE”, che prevede una sanzione che va dai 10.000 ai 60.000 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento