Brindisi: scoperta e sequestrata un'altra abitazione abusiva

I carabinieri forestali del Nipaaf in azione in contrada Formica, nelle campagne a ovest del capoluogo

BRINDISI - Nuovo intervento anti-abusivismo dei carabinieri forestali del Nucleo Investigativo (Nipaaf) del Gruppo di Brindisi, “uno dei tanti che sorgono come funghi nelle periferie rurali del capoluogo. Questa volta il blitz è avvenuto in contrada Formica, dove i carabinieri forestali hanno localizzato un’area recintata con muri in mattoni in cemento vibro-compresso per un’altezza di circa due metri, con aggiunta di rete metallica.

La recinzione di fatto copriva lavori che si svolgevano all’interno dell’area, in assenza di cartello di cantiere. I militari del Nipaaf, al cospetto di una situazione analoga ad altre delle scorse settimane, sono entrati nell’area recintata e vi hanno trovato il proprietario del terreno agricolo, il quale non disponeva di alcuna documentazione autorizzativa per i lavori in corso.

casa abusiva contrada formica - sequestro 2.jpg-2

Nel perimetro si stava realizzando un fabbricato, presumibilmente ad uso abitativo, di 10 metri per 5 e alto 2,5 metri, suddiviso in tre vani, con murature in mattoni di cemento. La struttura era già quasi completata, pronta per l’installazione degli impianti elettrico ed idrico e per l’intonacatura.

Il proprietario, nonché committente dei lavori, I.F. di anni 51, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Brindisi per intervento edilizio in assenza del prescritto permesso di costruire: le pene previste per tale reato sono l’arresto fino a 2 anni e l’ammenda da oltre 5.100 a 51.000 euro. Prevista inoltre la pena accessoria della demolizione dell’immobile. Tutta l’area di cantiere, della superficie di circa 6.800 metri quadri, è stata sottoposta dal Nipaaf a sequestro preventivo, in attesa di ulteriori determinazioni del magistrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento