Cronaca Villa Castelli

Sgomberato immobile confiscato a criminalità: nascerà caserma carabinieri

Nella mattinata del 19 settembre sono state eseguite le operazioni di sgombero. Era occupato senza titolo dalla famiglia del prevenuto

BRINDISI - Nella mattinata  del 19 settembre sono state eseguite le operazioni di sgombero di un complesso immobiliare, sito a Villa Castelli, definitivamente confiscato alla criminalità organizzata e occupato senza titolo dalla famiglia del prevenuto.

L'attività si inserisce nell’ambito del costante monitoraggio effettuato dalla Prefettura relativamente alla situazione dei beni confiscati insistenti in  questa Provincia e lo sgombero dell’immobile in questione è il primo di una serie di rilasci coattivi programmati, ai quali è stato dato forte impulso dal Prefetto, che ha approfondito la tematica nell’ambito di riunioni del Comitato provinciale dell’Ordine e della Sicurezza pubblica, con la partecipazione, oltrechè dei vertici delle Forze dell’ordine, anche dei funzionari dell’Agenzia nazionale beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.

A ciò è seguita la pianificazione, in sede di tavolo tecnico coordinato dal Questore, delle modalità operative di esecuzione dello sgombero dell’immobile di Villa Castelli, per il quale è stato manifestato l’interesse dell’Arma dei carabinieri ai fini della realizzazione di una caserma.

Si tratta di un importante risultato operativo conseguito, con l’impegno di tutte le Forze dell’Ordine coinvolte, volto al perseguimento dell’interesse generale alla diffusione della cultura della legalità ed al rafforzamento delle buone pratiche di antimafia sociale, nel solco dei principi ispiratori della legislazione sul riutilizzo dei beni confiscati per finalità istituzionali e sociali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgomberato immobile confiscato a criminalità: nascerà caserma carabinieri

BrindisiReport è in caricamento