rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Cronaca

Sorpreso a vendere "bianchetto" per le vie di Brindisi: sequestro e sanzione

Si tratta della sardina allo stadio neonato, al di sotto della taglia minima consentita. Operazione della Guardia Costiera

BRINDISI - Sorpreso a vendere "bianchetto" per le strade: sequestro e sanzione a Brindisi. Prosegue l’attività di prevenzione e contrasto agli illeciti in materia di pesca marittima da parte della Guardia Costiera del capoluogo adriatico. Nella mattinata di ieri, 29 dicembre, i militari della Sezione Polizia Marittima Ambiente e Difesa Costiera, nel corso di una specifica attività di tutela delle risorse ittiche e contrasto della commercializzazione illegale delle stesse, hanno sorpreso per le vie cittadine di Brindisi un individuo intento a vendere il cosiddetto bianchetto (ovvero la sardina allo stadio neonato, al di sotto della taglia minima consentita).

L’attività ha comportato sia il sequestro della specie ittica in questione, subito dopo distrutta, che l’elevazione nei confronti del venditore della prevista sanzione amministrativa di 500 euro. Per tale fattispecie la sanzione è proporzionale al peso di prodotto detenuto o commercializzato, e va da un minimo di 100 euro ad un massimo di 75.000 euro. Alla stessa sanzione, si ricorda, soggiace non solo il venditore ma anche chi effettua l’acquisto del bianchetto, di cui ne è vietata la cattura, detenzione e commercializzazione in quanto si tratta di pesce allo stato giovanile.

L’attività posta in essere ha permesso di constatare come sia in uso commercializzare e consumare tale specie ittica che, a torto, viene considerata una prelibatezza, non considerando il fatto che ciò comporta un danno per l’ecosistema marino oltre che un rischio per la salute pubblica in virtù delle inesistenti condizioni igienico-sanitarie durante la vendita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso a vendere "bianchetto" per le vie di Brindisi: sequestro e sanzione

BrindisiReport è in caricamento