menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Michele Pastore

foto Michele Pastore

Specializzato in furti nel Centro storico: arrestato

OSTUNI - Gli agenti del Commissariato di polizia di Ostuni hanno tratto in arresto un giovane pregiudicato del posto, Michele Pastore (28 anni), beccato in flagranza di furto all’interno di un appartamento del centro storico.

OSTUNI - Gli agenti del Commissariato di polizia di Ostuni hanno tratto in arresto un giovane pregiudicato del posto, Michele Pastore (28 anni), beccato in flagranza di furto all'interno di un appartamento del centro storico.

Per settimane, stando all'accusa, si sarebbe reso autore di incursioni notturne all'interno di appartamenti ed esercizi commerciali del borgo. I poliziotti lo hanno bloccato proprio mentre stava per mettere a segno l'ennesimo colpo. E così ai polsi del ventottenne ostunese sono scattate le manette.

Personaggio assai noto alle forze dell'ordine, Pastore soltanto una settimana fa era stato denunciato a piede libero perché ritenuto responsabile di violenza privata nei confronti del padre, dal quale aveva preteso di essere accompagnato a Taranto. Missione della trasferta: barattare degli elettrodomestici di famiglia con della droga. Al rifiuto del genitore, lo aveva ripetutamente minacciato.

Altra storia, quella della notte scorsa. Il giovane è finito nella rete al termine di un' azione congiunta condotta dai poliziotti, in collaborazione con il personale del locale Istituto di Vigilanza "La Pantera", accorsi dopo aver raccolto il segnale di allarme installato all'interno dell'abitazione presa di mira dal malvivente.

Giunti sul posto, gli agenti hanno circondato la palazzina. Cosciente di non poter sfuggire al dispositivo attuato dalle forze dellordine, Pastore tentava di indurre la polizia in errore, sostenendo di trovarsi in quella casa perché autorizzato dai proprietari, residenti a Padova. Tutt'altra verità sarebbe invece emersa già a prima vista. I vari vani si presentavano a soqquadro e a ridosso dell'uscio, in un angolo, venivano rinvenuti svariati oggetti di valore (persino un sofisticato cannocchiale, di notevoli dimensioni, dotato di relativo supporto), pronti per essere asportati.

Vano, a quel punto, ogni tentativo di fuga del ladro, che dopo essere stato identificato veniva tradotto in commissariato e successivamente associato presso il carcere di Brindisi, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Nel corso della tempestiva perquisizione personale, il giovane veniva trovato in possesso di numerosi orologi da polso e da taschino. Oggetti questi ultimi, grazie ai quali è stato possibile accertare la sua responsabilità anche in merito ad un precedente furto, consumato nei giorni scorsi sempre nel centro storico della Città bianca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento