menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oltre 40 grammi di cocaina nascosti in cucina: arrestato un operaio

Brindisino incensurato sorpreso dalla Squadra Mobile con la droga, dopo che dalla sua abitazione era appena uscito un giovane già noto alle forze dell'ordine

BRINDISI – Nascondeva in cucina, all’interno di un barattolo, oltre 40 grammi di cocaina. Un insospettabile operaio brindisino in cassa integrazione, il 42enne V.P.,  è stato arrestato in flagranza di reato dai poliziotti della Squadra mobile della questura di Brindisi al comando del vicequestore Rita Sverdigliozzi, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Nel corso di una serie di controlli effettuati al rione Casale, gli agenti nel pomeriggio di ieri (martedì 19 novembre) hanno fermato e sottoposto a perquisizione un giovane già noto alle forze dell’ordine per reati in materia di droga. L’esito del controllo è stato negativo. Ma insospettiti dai segnali di nervosismo manifestati dal ragazzo, i poliziotti hanno deciso di estendere il controllo anche all’interno dell’abitazione dal quale lo stesso era appena uscito. L’appartamento apparteneva, appunto, all’operaio 42enne, incensurato.

Le forze dell’ordine hanno ispezionato con cura l’immobile, fino a quando non si sono imbattuti in un barattolo di vetro che conteneva una bustina di plastica al cui interno c’erano 40 grammi di polvere bianca, risultata poi cocaina. Oltre alla sostanza stupefacente, i poliziotti hanno sequestrato anche un bilancino di precisione e materiale da taglio. Il 42enne, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato arrestato in regime di domiciliari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento