rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca Carovigno

Torre Guaceto senza presidente: "Basta con le spartizioni di maggioranza"

Opposizioni consiliari all'attacco a Carovigno. E il favorito consegna le carte fuori tempo

CAROVIGNO – Altra performance fallimentare della politica, quella della nomina del nuovo presidente del Consorzio di gestione di Torre Guaceto. L’Area marina protetta dello Stato ancora in balia degli accordi e dei sotto-accordi all’interno della maggioranza di centrodestra del Comune di Carovigno, cui spetta per statuto la designazione di questa carica, mentre le altre sono di appannaggio del Comune di Brindisi e del Wwf, che in questo frangente spiccano per l’assordante silenzio.

Colui che pareva destinato, per accordi di spartizione, a sostituire Enzo Epifani passato dalla presidenza della riserva ad un incarico assessorile,  vale a dire il consigliere di maggioranza Antonio Pagliara, perito industriale in pensione che nel curriculum vanta l’incarico di segretario nella cooperativa dell’oleificio cooperativo della Riforma Fondiaria di Serranova, pare abbia presentato in ritardo la documentazione per partecipare alla selezione dell’avviso pubblico indetto dal sindaco Carmine Brandi. Da quel momento la nomina è bloccata.

Mareggiata a Torre Guaceto-2

La denuncia arriva dai consiglieri della minoranza consiliare Marzia Bagnulo del PD, Massimo Lanzilotti di Ripartiamo dal Futuro e Vincenzo Radisi del Gruppo misto. “Dopo le dimissioni del presidente Epifani promosso assessore, il sindaco Brandi aveva prima ammesso candidamente che questa volta nella spartizione delle poltrone quella di presidente del Consorzio sarebbe andata al consigliere Pagliara”, ricordano i tre, firmatari di un comunicato sulla vicenda.

“Poi aveva provveduto a fare un avviso pubblico per la selezione del nuovo presidente evidentemente per ammantare di legittimità la nomina di Pagliara, visto che la precedente scelta di Epifani era avvenuta tramite avviso pubblico. Il 30 ottobre scorso l’avviso pubblico è scaduto. Ma cosa aspetta il Sindaco Brandi a nominare il nuovo presidente?” si chiedono i consiglieri di opposizione.

Il sindaco Carmine Brandi ed Enzo Epifani-2

“I fatti dicono che al bando si sono presentati solo quattro candidati (dopo la nomina di Epifani la volta precedente a presidente del Consorzio, e quella della parente del consigliere Nicola Semeraro nel Nucleo di Valutazione, ormai ai bandi del Brandi non crede piu’ nessuno). Purtroppo per il sindaco il prescelto consigliere Pagliara ha presentato la documentazione in ritardo e quindi i candidati rimangono tre! Perché Brandi non sceglie tra questi tre?”, è la domanda. (Nella foto sopra, Carmine Brandi e l'ex presidente del Consorzio di Torre Guaceto, Enzo Epifani).

“Per quanto tempo ancora le beghe di bottega, la spartizione e la perenne guerra di potere all’interno della maggioranza si scaricheranno sul futuro del territorio e della Riserva Naturale?”, accusano le opposizioni. “Ancora una volta i destini della Riserva Naturale si giocano alla roulette russa dei precari equilibri della maggioranza del Sindaco Brandi, e sul tavolo della spartizione delle poltrone. Da quando è in carica Brandi la gestione del Consorzio ha vissuto solo conflittualità e precarietà, senza programmazione e prospettive future, ma solo gestione del potere, nel mentre la Riserva Naturale è balzata agli onori della cronaca per fatti, anche di profilo giudiziario, non proprio gratificanti”.

apnea torre guaceto (2)-2-2

Ma non si tratta di un attacco interessato, tengono a precisare i tre consiglieri comunali Radisi, Bagnulo e Lanzilotti: “E’ da quando si è insediato che aspettiamo che Brandi dimostri con i fatti la sua autonomia e la capacità di assumere decisioni che vanno nell’interesse generale. Se il sindaco Brandi deciderà di intraprendere la sfida per la costruzione di una nuova governance per Torre Guaceto, staccata dagli interessi e dagli equilibri che finora l’hanno gestita, sappia che ci troverà al suo fianco in questa battaglia”. Non resta che attendere.    

  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Guaceto senza presidente: "Basta con le spartizioni di maggioranza"

BrindisiReport è in caricamento