Cronaca Torre Santa Susanna

Debiti con il Comune: l'assise vota la decadenza di consigliere comunale

"Ha debiti con il Comune" e per questo i colleghi consiglieri hanno deciso di metterlo alla porta. Accade a Torre Santa Susanna dove nella seduta consiliare di ieri si è votata e approvata la decadenza del consigliere Cosimo Sanasi,

TORRE SANTA SUSANNA - “Ha debiti con il Comune” e per questo i colleghi consiglieri hanno deciso di metterlo alla porta. Accade a Torre Santa Susanna dove nella seduta consiliare di ieri si è votata e approvata la decadenza del consigliere Cosimo Sanasi, per la sussistenza di una causa di incompatibilità ossia debiti per diecimila euro di tributi e imposte comunali non pagate all’ente comunale.

Hanno votato a favore in 11, i consiglieri di maggioranza, tre contrari e un astenuto. E’ stato deciso: ““di dichiarare in via definitiva la sussistenza di causa di incompatibilità, ai sensi dell’art. 63 comma 1, n. 6,  del Dgl n. 267/2000”.

Adesso: ““il consigliere Sanasi ha dieci giorni dalla notifica dell’atto deliberativo,  per rimuovere la causa dell’incompatibilità sopravvenuta, pagando quanto dovuto,  altrimenti,  entro i successivi dieci giorni.  il Consiglio tornerà a riunirsi per dichiararlo  decaduto”.  

Brindisi-Torre - Il consigliere Cosimo SanasiLa situazione debitoria fu evidenziata dai consiglieri Roberta Rossetti e Baldassarre Epifani, a seguito di una interpellanza con cui si chiedeva agli uffici municipali di verificare se per caso ci fossero consiglieri che versassero in situazione di debito nei confronti del Comune. Al termine dell’inchiestina interna fu redatta una “scheda riassuntiva delle posizioni dl sindaco, dei 20 consiglieri comunali e dell'assessore esterno per il periodo dal  2006 al 2012, dalla quala emergeva l'esistenza di n. 5 debiti liquidi ed esigibili nei riguardi del comune a carico del consigliere Cosimo Sanasi, per tutti regolarmente costituito in mora”.

Il 21 giugno 2013, il consiglio si occupò del caso ma,  dopo una lettera-esposto del consigliere Sanasi indirizzata al sindaco, al presidente del consiglio, a tutti i consiglieri comunali, al Prefetto ed alla Procura della Repubblica di Bridisi nel quale si segnalavano altre  situazioni anomale di consiglieri e amministratori comunali, il consiglio, in seduta segreta decise  il rinvio dell'argomento “per approfondimenti”. 

La questione tornò d’attualità nel luglio 2014 quando emerse che “l'unico consigliere comunale avente debiti nei confronti del comune ex art. 63, comma 6 del D, Lgs n. 267/2000 è risultato essere Cosimo Sanasi”. Così il Consiglio ha deciso. L’unica via di salvezza per Sanasi è pagare quanto deve al Comune. Altrimenti sarà spedito a casa, con provvedimento prefettizio. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Debiti con il Comune: l'assise vota la decadenza di consigliere comunale

BrindisiReport è in caricamento