menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trovati ventuno chilogrammi di tritolo sulla spiaggia di Lido Presepe

I carabinieri hanno scoperto un sacco contenente 105 panetti di tritolo del peso di 200 grammi l'uno. Sul posto, per la messa in sicurezza dell'area, si sono recati gli artificieri del comando provinciale di Lecce.

TORCHIAROLO – Un inquietante ritrovamento è stato fatto la tarda sera dell’immacolata (8 dicembre) sulla spiaggia di “Lido Presepe”, marina di Torchiarolo, dove i carabinieri hanno scoperto un sacco contenente 105 panetti di tritolo del peso di 200 grammi l’uno, per un peso complessivo di circa 21 chilogrammi.

Gli involucri erano stati nascosto sotto a una duna collassata di recente. Il primo a imbattersi nel micidiale esplosivo è stato un pescatore, intorno alle ore 17. Questi ha subito chiesto l'intervento dei carabinieri attraverso il 112. 

Il tritolo sequestrato

Sul posto si sono recati nel giro di pochi minuti i militari della locale stazione al comando del maresciallo Vincenzo Corianò e i colleghi del Norm della compagnia di Brindisi diretti dal capitano Luca Morrone e dal tenente Luca Colombari. La messa in sicurezza dell'area è stata effettuata dagli artificieri del comando provinciale di Lecce. Immediatamente sono state avviate delle indagini volte ad appurare come mai un tale quantitativo di esplosivo si trovasse sulla spiaggia, in una zona alla portata di tutti, e chi ce lo abbia messo lì.

VIDEO: LA DISTRUZIONE DELL'ESPLOSIVO

Gli investigatori ad ogni modo nutrono pochi dubbi sul fatto che il carico provenisse dai Balcani. I trafficanti (gli stessi che "importano" anche droga e migranti) che operano nel Canale d'Otranto quasi certamente aveva occultato il tritolo sulla spiaggia, in attesa di trasferirlo altrove. Ma la duna, crollando, li ha traditi. 

Tritolo Lido Presepe 3-2Di certo non è la prima volta che si fanno ritrovamenti analoghi fra le province di Brindisi e Lecce, nella fascia nord del Salento. 

Basti pensare che nel marzo del 2012 sulla spiaggia di Torre Rinalda, nel territorio di Squinzano (a pochi chilometri da Lido Presepe), vennero ritrovate 253 saponette di tritolo per un peso complessivo pari a circa 47 chilogrammi. Nel dicembre 2015, in un casolare fra Torre Rinalda e Casalabate, furono recuperati 400 chilogrammi di i gelatina di tritolo, oltre a centinaia di proiettili già pronti all’uso, con 70 chili di polvere da lancio, e 95 detonatori. 

Sempre fra le dune di Torchiarolo, in località Canuta, l'8 agosto 2015 venne scoperta una bomba a mano modello Rgd-5 risalente agli anni '90. L'ordigno sitrovava a pochi passi dai bagnanti. Un bambino avrebbe potuto tranquillamente afferrarlo con una mano, per giocarci. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento