Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Scooter riverniciato per ogni rapina. Trovato covo al S.Elia

Era proprio uno degli scooter rubati alle Poste Italiane  quello rinvenuto stamani al quartiere S.Elia di Brindisi da un equipaggio della sezione volanti della questura. E la pista ha condotto la polizia ad un garage che viene ritenuto una base della banda di giovanissimi che ha firmato le ultime rapine in città

BRINDISI - Era proprio uno degli scooter rubati alle Poste Italiane  quello rinvenuto stamani al quartiere S.Elia di Brindisi da un equipaggio della sezione volanti della questura. E la pista ha condotto la polizia ad un garage che viene ritenuto una base della banda di giovanissimi che ha firmato le ultime rapine in città. Un utilizzatore del box, dove sono state rinvenute anche armi giocattolo è stato già identificato e denunciato: ha 14 anni.

banda scooter - materiale rapinatori-2

Gli agenti avevano subito verificato che lo scooter abbandonato era uno di quelli di colore giallo, di proprietà di Poste Italiane, rubato 31 agosto scorso in piazza Crispi. Lo stesso che, riverniciato di rosso, è stato utilizzato - fa sapere il dirigente della Sezione volanti vicequestore Alberto D'Alessandro - alcuni giorni dopo per la rapina al supermercato Dok sito  in questa via Cocceio Nerva. Questa volta, riverniciato di nero, sarebbe stato utilizzato per consumare un'ulteriore rapina.

Mentre si esaminava lo scooter, altri due equipaggi sulla base di elementi investigativi acquisiti nei giorni precedenti, ha effettuato una perquisizione in un garage sito in via Leonardo Da Vinci, sepre al S.Elia al cui interno sono stati rinvenuti una targa identica a quella apposta sul ciclomotore sequestrato, vernice a spray nera, due pistole giocattolo semiautomatiche modificate e funzionanti, un casco da motociclista; tutto posto sotto sequestro.

banda scooter - le pistole-2

La polizia ha poi individuato l'utilizzatore del garage ed effettivo possessore del materiale rinvenuto: un 14enne il quale, su disposizione della procura per i minori di Lecce, è stato denunciato in stato di libertà per i reati di ricettazione e possesso abusivo di armi giocattolo alterate. Nel corso della perquisizione e sulla base di riscontri di polizia scientifica sono stati acquisiti elementi investigativi, dice il vicequestore D'Alessandro, utilizzabili per poter risalire all'identità degli autori delle recenti rapine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scooter riverniciato per ogni rapina. Trovato covo al S.Elia

BrindisiReport è in caricamento