menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La direzione della Asl di Brindisi

La direzione della Asl di Brindisi

Truffa alla Asl, prescrizione per ingegnere

BRINDISI - Prescrizione, quindi proscioglimento per il dirigente della Asl Vincenzo Corso, imputato di truffa per un incarico di progettazione privata. Il tempo trascorso dai fatti al processo (rapidissimo) ha consentito una chiusura indolore per il direttore dell’Area gestione tecnica che ha già risarcito l’azienda di cui è dipendente del profitto, pari a 750 euro, che secondo l’accusa aveva intascato in suo danno.

BRINDISI - Prescrizione, quindi proscioglimento per il dirigente della Asl Vincenzo Corso, imputato di truffa per un incarico di progettazione privata. Il tempo trascorso dai fatti al processo (rapidissimo) ha consentito una chiusura indolore per il direttore dell'Area gestione tecnica, assistito dall'avvocato Rosario Almiento, indolore anche perché egli aveva già risarcito l'azienda di cui è dipendente del profitto, pari a 750 euro, che secondo l'accusa aveva intascato in suo danno.

L'Azienda, nel giudizio che si e' celebrato dinanzi al giudice monocratico di Brindisi, Giuseppe Biondi, si era affidata all'avvocato Massimo Manfreda. Sotto la lente della procura di Brindisi (l'accusa fu formulata dal pm Raffaele Casto) Corso non aveva versato la percentuale del 15 per cento dovuta in caso di attività privata. L'incarico di progettazione in questione era l'adeguamento di una struttura sanitaria per anziani che si trova a Oria, in località San Cosimo alla Macchia.

L'ingegnere era accusato di aver agito in violazione dei doveri inerenti alla pubblica funzione di direttore dell'Area di gestione tecnica dell'Asl. Si sarebbe procurato un ingiusto profitto pari al 15 per cento che avrebbe invece dovuto detrarre, Iva compresa, dal compenso ricavato dall'attività svolta. Corso avrebbe inoltre indotto in errore il direttore sanitario, con danno per l'ente "indebitamente privato delle energie lavorative di un dirigente ingegnere assunto a tempo indeterminato, e tra l'altro per l'impossibilità di valutare la compatibilità dell'incarico privato con le esigenze di servizio".Nel pomeriggio di ieri la sentenza: non luogo a procedere per intervenuta prescrizione. Processo lampo, insomma. Iniziato e già prescritto.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento