Le sentinelle anti-covid

Lavorano nell'ombra ma svolgono un compito di fondamentale importanza per il contenimento della pandemia. Da mesi sono in prima linea anche nella campagna vaccinale

Gli infermieri, che tutti i giorni indossano complessi dispositivi di protezione personale per raggiungere in casa i potenziali positivi o per attendere le auto presso i gazebo dei drive in ed effettuare così i tamponi, non si fermano mai. Come non si fermano i medici impegnati presso gli uffici dell'ex ospedale Di Summa, cui spetta il delicato compito della sorveglianza sanitaria attiva: dal contatto telefonico per prenotare i tamponi al monitoraggio dei positivi fino alla tutela non solo dei pazienti ma anche delle persone a loro vicine.

La pandemia è entrata prepotentemente nella nostra quotidianità, stravolgendo tutti i sistemi. Le parole d'ordine al Sisp (Servizio d'Igiene e Sanità Pubblica) dell'Asl di Brindisi sono monitoraggio e tracciamento. "Nella provincia di Brindisi l’Asl è riuscita a mettere in piedi uno dei sistemi più efficienti presenti in Puglia" - sostiene il dottor Stefano Termite, direttore del Sisp dell’Asl di Brindisi.

0-6

Dal febbraio 2020 infatti il Sisp, oltre ad occuparsi di tutte le forme di prevenzione, della somministrazione di vaccini a minori e adulti, del coordinamento degli screening oncologici, della prevenzione di malattie infettive e dell’igiene di abitato, ha dovuto mobilitarsi per dare vita ad un sistema capace di “sorvegliare tutti i movimenti” del virus tra la popolazione brindisina. Come spiega Termite, "in principio erano circa 20 gli operatori sanitari che effettuavano tamponi a domicilio ma oggi, grazie alla nascita dei drive-in, possiamo effettuare un numero di tamponi di gran lunga più elevato rispetto ai primi mesi di pandemia".

ASL-3

Si parla di

Video popolari

Le sentinelle anti-covid

BrindisiReport è in caricamento