"Bando 'Educare in Comune', Brindisi deve partecipare"

Dà la possibilità di finanziare progetti per il contrasto della povertà educativa. L'invito dei consiglieri del MoVimento Cinque Stelle al sindaco Rossi

BRINDISI - "In un momento delicato come quello attuale, invitiamo il Comune di Brindisi a partecipare al bando 'Educare in Comune' che dà l'opportunità di finanziare progetti per il contrasto della povertà educativa dei minori. La città non può farsi trovare impreparata e perdere finanziamenti vitali per la crescita e lo sviluppo di coloro che rappresentano il futuro della nostra comunità". E' l'invito dei consiglieri comunali del MoVimento 5 Stelle di Brindisi, Gianluca Serra, Tiziana Motolese e Paolo Antonio Le Grazie.

"Il Dipartimento per le politiche della famiglia - proseguono - ha pubblicato un bando in cui vengono messi a disposizione finanziamenti da un minimo di 50 mila euro ad un massimo di 350 mila, per un totale stanziato di 15 milioni di euro, per la realizzazione di progetti, presentati da uno o più comuni associati e della durata di un anno,  con lo scopo di contrastare la povertà educativa. Si tratta – sottolineano i consiglieri – di un'opportunità ghiotta per la nostra città, che deve mettere in campo tutte le energie necessarie perché i nostri bambini e ragazzi possano usufruire di maggiori occasioni di sviluppo e arricchimento culturale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento