Politica Francavilla Fontana

Denuzzo incontra il Pd, sullo sfondo: centro-sinistra unito per il 2023

Un abboccamento tra il primo cittadino e i democratici anche in vista delle future elezioni amministrative. Si è parlato di programmi ma non di candidati

FRANCAVILLA FONTANA - Non era il tema principale dell'incontro, ma si è parlato anche di questo, ovvero di una eventuale alleanza in vista delle elezioni amministrative 2023. E' stata la prima volta che il primo cittadino di Francavilla Fontana, Antonello Denuzzo, ha incontrato il Partito Democratico. E' accaduto ieri sera (martedì 18 gennaio 2022) nella storica sede di vico Salerno nella Città degli Imperiali. Sono sempre stati lontani ma ora sono un po' più vicini, si parla dei democratici francavillesi e delle liste che appoggiano la maggioranza Denuzzo (nella foto sotto, il sindaco). Al centro dell'incontro: la gestione rifiuti, i beni monumentali della città ed eventuali finanziamenti. Ma sullo sfondo c'erano le elezioni amministrative prossime venture. Dopotutto, si parla di un centro-sinistra unito da tempo.

Il_Sindaco_Antonello_Denuzzo-2

Negli anni targati Denuzzo a Francavilla Fontana il Pd non ha lesinato attacchi, anche alzo zero, contro l'attuale maggioranza. Forse per idiosincrasie, forse perché il ballottaggio delle ultime elezioni (Pd contro liste civiche) è stato al calor bianco, fatto sta che i due schieramenti sono sembrati sempre distanti. Però l'idea di un centro-sinistra unito e compatto a Francavilla c'è sempre stata. Anche il consigliere regionale Maurizio Bruno (foto sotto), volto noto presente ieri alla riunione, ha discusso in passato di questa ipotesi. Ma l'opposizione, in questo caso il Pd, ha fatto l'opposizione, anche duramente. E l'ipotesi di un tavolo allargato sembrava ora avvicinarsi, ora naufragare. Fino a ieri, dopo che il sindaco Denuzzo ha raccolto l'invito del segretario cittadino democratico Carmine Sportillo.

Maurizio Bruno-2

Denuzzo si è presentato al direttivo del Pd e ha discusso con tutti. Si è parlato anche, in linea teorica, del 2023, delle amministrative. Si è parlato di programmi, non di nomi. Denuzzo ha riconosciuto che si è trattato di uno scambio di opinioni importante, con chi la città l'ha già governata. E' il disgelo, dunque. C'è stato un riconoscimento reciproco tra due forze che si affrontano ogni giorno in consiglio comunale a viso aperto. Adesso la strada non è piana, questo è certo, ma sicuramente la salita più ardua è alle spalle. Dove porta questa strada? A un eventuale centro-sinistra unito, che vada dai Cinque Stelle (già in maggioranza Denuzzo) alle liste civiche che appoggiano l'attuale governo francavillese, passando ovviamente per il Partito Democratico. Il Pd ha fatto la sua mossa. Adesso la palla passa al sindaco Denuzzo, che dovrà discutere all'interno della propria maggioranza del futuro, non tanto remoto. Ma un dato è assodato: dai toni aspri che hanno caratterizzato gli anni precedenti, forse si passerà a un atteggiamento di legittimazione politica reciproca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denuzzo incontra il Pd, sullo sfondo: centro-sinistra unito per il 2023
BrindisiReport è in caricamento