rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica Ostuni

Ostuni, solita storia: e Saponaro se va

OSTUNI – Rinnovamento a Ostuni? Non se ne parla proprio. Il Partito Democratico, o parte di esso, ricuce con il sindaco uscente Domenico Tanzarella proprio quando sembrava cosa fatta la coalizione tra sinistra (da Pd a Sel, a Rifondazione) e movimenti attorno al direttore dimissionario di InnovaPuglia, Francesco Saponaro, il quale stufo se ne va.

OSTUNI - Rinnovamento a Ostuni? Non se ne parla proprio. Il Partito Democratico, o parte di esso, ricuce con il sindaco uscente Domenico Tanzarella proprio quando sembrava cosa fatta la coalizione tra sinistra (da Pd a Sel, a Rifondazione) e movimenti attorno al direttore dimissionario di InnovaPuglia, Francesco Saponaro, il quale per settimane era stato attaccato anche sul piano personale dallo stesso primo cittadino in procinto di concludere il secondo mandato. E la prima conseguenza è il ritiro della propria candidatura a sindaco da parte di Saponaro.

Hanno avuto palesemente il sopravvento gli accordi gestiti dal capogruppo del Pd, Vincenzo Pomes, e dal consigliere regionale Giovanni Epifani ritornato sui propri passi dopo la rottura con Tanzarella dei mesi scorsi. Qualcuno dice che all'intesa con Tanzarella abbia anche lavorato il senatore Salvatore Tomaselli, ma su questo non vi è ufficialità. Non è stato della partita il segretario del circolo di Ostuni del Partito Democratico, Maurizio Flore, che stando ad alcune previsioni potrebbe a sua volta dimettersi.

Cosa farà la sinistra locale? Per quanto riguarda Sel, resta da vedere se prevarrà l'idea del deputato Toni Matarrelli, che recentemente aveva assunto l'iniziativa (spiazzando anche il circolo locale) di chiedere le primarie per evitare la frattura con lo schieramento che sostiene il sindaco socialista uscente. Gli altri gruppi, dal partito della Rifondazione, al movimento di Franco Colizzi, molto probabilmente (con Sel o meno) si cercheranno invece un altro candidato, avendo giudicato già in maniera molto critica l'operato delle ultime amministrazioni comunali di centrosinistra.

Francesco Saponaro, che pure non è un dilettante allo sbaraglio ma una persona di lunga esperienza non solo nei campi della cultura e dell'innovazione, ha però un'idea della politica sensibilmente diversa da quella di chi ha raggiunto un accordo con Domenico Tanzarella, a pochissimi giorni di distanza dall'assemblea promossa da Ostuni Città Nuova tra tutti i sostenitori della candidatura Saponaro, evidentemente non tenendone in alcuna considerazione le conclusioni. Quindi, quando il professore ha ricevuto una telefonata in cui gli si chiedeva di chiamare Tanzarella e di parlargli, ha deciso non solo di non seguire questo "consiglio", ma anche di aprire la porta e di andarsene per la propria strada.

Il messaggio ufficiale di Francesco Saponaro è arrivato invece oggi, ed è molto eloquente. Eccolo, ed è diretto al segretario del circolo del Pd di Ostuni, Maurizio Flore: "Caro segretario, dopo due mesi di dibattiti, polemiche anche violente, rinvii e indecisioni, ti informo che a questo punto la mia candidatura diventa inopportuna e poco coerente sia dal punto di vista politico che dal punto di vista personale e motivazionale. Ricordo a me stesso che sono stato oggetto di una richiesta di disponibilità da parte della coalizione uscente in quanto ritenuto autorevole e sopra le parti. Questo primo scenario si é frantumato in pochi giorni", riepiloga Saponaro.

"Poi sono diventato al contrario un candidato simbolico della ricerca di una nuova coalizione politica e programmatica. Ora dovrei ipoteticamente recitare un terzo copione, quello di elezioni primarie di una coalizione con spinte ed anime diverse. Nemmeno il grande attore Robert De Niro riuscirebbe a recitare tre copioni diversi in poche settimane. Ed io peraltro non sono un attore. Per questo ho deciso di ritirare la candidatura, e questa mia determinazione è da considerarsi definitiva. Ti ringrazio vivamente per la convinzione con cui hai sostenuto la mia candidatura e per i contenuti morali della tua azione politica. Fraterni saluti, Francesco Saponaro".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostuni, solita storia: e Saponaro se va

BrindisiReport è in caricamento