menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bebè libri: la consegna a domicilio per i nuovi nati di Brindisi

Dopo l’iniziativa in bicicletta partita nel mese di novembre, la direttrice Katiuscia Di Rocco della biblioteca pubblica “A. De Leo”, sempre attenta a diffondere la cultura, sforna una nuova idea per i neonati di gennaio

BRINDISI- “In questo difficile gennaio 2021 appena passato nella città di Brindisi sono nati bimbi e bimbe. Perché la vita va avanti con amore, forza e determinazione”: inizia così il nuovo post di facebook colorato della biblioteca pubblica arcivescovile “A. De Leo”, diretta dalla geniale e sensibile mente di Katiuscia Di Rocco. Quale idea ha sfornato questa volta dopo la prima iniziativa del mese di novembre? “Bebè libri”.

Esatto, avete capito bene, la ragazza dagli occhi azzurri che avete visto sfrecciare in questi mesi per le vie di Brindisi, consegnerà anche i libri per bimbi e bimbe nati nel mese di gennaio. “Tante amiche hanno partorito l’anno scorso e ai ‘nipotini di cuore’ ho iniziato a spedire libri. E perché non farlo per tutti?” dice sorridendo Katiuscia Di Rocco.

“Ai loro genitori chiediamo di inviarci una mail a bibliotecadeleo@libero.it allegando il certificato di nascita e specificando nome, cognome e indirizzo e la biblioteca pubblica arcivescovile ‘A. De Leo’ consegnerà in bici o spedirà per posta il primo libro della loro piccola o piccolo” prosegue il post sulla pagina social.

Insomma, la gentile e sportiva Monica salterà in sella con l’obiettivo di allietare i primi mesi di vita dei neonati di gennaio, perché possano iniziare, fin da piccolissimi, “ad ascoltare la voce umana, sia che questa gli parli, canti, racconti o legga una storia. Leggere a un bambino significa creare con lui un rapporto speciale e intenso. Leggere significa offrire al bambino la possibilità di aumentare la sua attenzione, creare l’abitudine all’ascolto, sollecitare la fantasia e l'immaginazione. E poi noi adulti cresciamo con loro...”. D’altronde, parlare fin da piccoli con i figli è importante per offrire loro quella terza possibilità di cui parla lo psichiatra Paolo Crepet, intervistato qualche giorno fa dalla redazione di BrindisiReport.

E, allora, cosa aspettate a ordinare un bel libro con le illustrazioni, una dolce favola o fiaba per il vostro bebè? Una pratica preziosa quello di tenerlo tra le vostra braccia e guidarlo nella conoscenza del mondo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento