Vasellame e struttura sotterranea: nuove scoperte nel centro di Mesagne

Durante gli scavi per l’inserimento di un tronco fognario, sono state trovate tracce di antiche civiltà nei pressi dell’ex convento dei frati domenicani, in via Teresa dello Diago, vicino la chiesa della Santissima Annunziata

MESAGNE - Doveva essere un normale scavo per l'inserimento di un tronco della rete fognaria, invece gli operai addetti ai lavori hanno dovuto interrompere la propria opera per un ritrovamento archeologico: in via Teresa dello Diago, a Mesagne, nei pressi del centro storico, una strada adiacente all'ex convento dei frati francescani, sono stati rinvenuti frammenti di vasellame e una struttura sotterranea ipogea, sottoposte all’analisi del team di archeologi della cooperativa Impact archeologia.

scavi-mesagne-3

La città di Mesagne continua, dunque, a restituire le antiche vestigia del suo passato che sarà meglio individuato nei prossimi giorni dagli archeologi Christian Napolitano e Arturo Clavica. Oggetto di indagine saranno i frammenti di vasellame rinvenuti nella giornata di ieri, 17 settembre, dagli operai della ditta appaltatrice dei lavori di scavo per l’inserimento di un tronco fognario, e l’individuazione epocale e funzionale della struttura rettangolare, profonda meno di un metro, all’interno della quale erano deposti i frammenti.

scavo-archeologo-mesagne

Al momento, l’interpretazione dei rinvenimenti e l’architettura della struttura, escludono la possibilità che possa trattarsi di una tomba. Non si esclude, invece, che sia stato trovato un pozzo votivo in cui venivano depositate le offerte, perché vicina è sita anche la chiesa della Santissima Annunziata, sviluppatasi sul sito di una cappella con lo stesso nome. E alle spalle della quale, nel 1530, fu costruito il convento dei frati domenicani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come già accennato la città di Mesagne non è nuova ai rinvenimenti di tracce delle antiche civiltà che si sono succedute nel tempo: il più recente, luglio 2019, è il ritrovamento di una tomba medievale in piazzetta Sant’Anna dei Greci, durante i lavori di messa in opera della rete fognaria nel centro storico, che dimostra la sovrapposizione di vestigia di epoche diverse, inclusa quella messapica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Da venerdì scuole chiuse in Puglia": Emiliano firma l'ordinanza

  • Scontro alla zona industriale, giovane motociclista perde la vita

  • Virus: schizzano i contagi, chiuse altre scuole nel Brindisino

  • Trovata morta nell'auto in cui viveva: dramma della solitudine al cimitero

  • Coronavirus, continuano ad aumentare i nuovi positivi e i ricoveri

  • Oltre duemila ulivi secolari ancora vivi grazie a cure naturali: la testimonianza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento