Mesagne, un tuffo nel blu: quando l’asfalto si fa tela

L’artista brindisino Steven Parpanesi dipinge una via del centro storico, pensando alla sorella Kimberly

Graffito in via Luca Antonio Resta, Mesagne

MESAGNE- Dimenticate tele, cornici e cavalletti: è arrivato alle nove di questa mattina, 6 luglio, in via Luca Antonio Resta, e con un rullo inzuppato nella vernice azzurra ha coperto un antipatico strato di bitume gettato sulla strada per salvare l’estate mesagnese, ha chiarito a più riprese il sindaco Toni Matarrelli.

IMG_20200706_193956-2

Steven Parpanesi, brindisino d’origine, ma mesagnese d’adozione, ha accettato l’invito del primo cittadino a rivoluzionare temporaneamente un vicolo in cui non sono stati completati i lavori di ribasolatura dovuti al rifacimento della rete aqp, che interessa il centro storico di Mesagne dal novembre 2018.

Il vicolo Luca Antonio Resta è stato trasformato in mezza giornata in una tela a cielo aperto, anzi, in un mare aperto in cui i residenti passeggiano tra gli abitanti marini. Anche se c’è chi, per non sporcare il graffito blu, preferisce addossarsi alla parete delle abitazioni saltando quando l’opera tocca il muro. Oggi è solo il primo giorno e già la via è diventata attrazione per grandi e piccoli: chi scatta le foto mentre simula un tuffo, chi ne fa qualcuno intento a “nuotare”.

IMG_20200706_194205-2

La dolcezza di Steven Parpanesi, poi, permette di avvicinare alcuni bambini a cui chiede quale animale marino vorrebbero vedere illustrato e dove. Allora l’artista segna con la bomboletta di vernice il punto indicato dall’indice del piccolo e inizia a disegnare una stella marina. Più in là, la coda di un delfino. “Lo riempirò tutto questo mare, dice mentre i mesagnesi che passano sono affascinati, si meravigliano e fanno i complimenti per l’opera originale che mai era stata compiuta a Mesagne. “Per coprire tutto d’azzurro ho impiegato quattro secchi da 15 litri l’uno di vernice. E poi le bombolette per disegnare. Ma non chiedermi quante perché ho perso il conto e non so quante ce ne sono ancora in macchina”.

Ma come mai l’idea di dipingere il mare e usare tanti colori? “A mia sorella Kimberly piacevano i colori, penso a lei mentre dipingo. Kimberly è il mio angelo, il mio unico angelo perché io sono ateo”. La sorella di Steven è volata in cielo troppo giovane e nel graffito c’è tanto di lei. “Quando lo finirò le scriverò una dedica. Non ho mai realizzato un disegno così grande: 70 metri. E non ne farò mai più. Questo resterà unico ed è per la mia Kimberly”.

IMG_20200706_194321-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma l’opera di Steven è solo all’inizio: impiegherà altri quattro giorni per terminarla. Arriverà tutte le mattine intorno alle nove, farà una breve pausa pranzo e proseguirà fino alle 18 circa del pomeriggio. Siete curiosi di vedere cosa la bomboletta di vernice disegnerà domani? Fateci un salto, e magari indicategli dove vi piacerebbe vedere il vostro abitante preferito marino. Un’opera così nel cuore messapico non si era mai vista e c’è già chi dice che è un peccato che sia solo temporanea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro sulla provinciale: muore un bambino di 16 mesi

  • Scontro fra auto e scooter sulla provinciale: muore il motociclista

  • Coronavirus, nuovo picco di contagi: 33 casi in Puglia, 4 nel Brindisino

  • Nuova ordinanza regionale: obbligo di mascherina anche in spazi all'aperto

  • Rapina in pieno giorno: banditi armati di taglierino assaltano banca

  • Marito aggredito con l'acido: la moglie non parla davanti al giudice

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento