rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Speciale Ceglie Messapica

“Giuseppe, operaio esemplare. Valentina, volontà da vendere. Siamo costernati”

CIVITANOVA – “Tutta la comunità Eurosuole è addolorata per i nostri amici Silvana, Giuseppe e Valentina. Tutti noi abbiamo condiviso con loro momenti di gioia e di difficoltà di vita quotidiana. Oggi ci sentiamo fragili di fronte ad un incidente grave che solo il Signore ci può far comprendere e ci uniamo in un abbraccio fraterno a Silvana”. Un messaggio che testimonia l’affetto dei colleghi e il loro profondo dolore, di fronte a una disgrazia che fa rabbia: “Mai prima d’ora, la nostra azienda era stata colpita da un lutto così forte. Siamo costernati per la tragedia. Abbiamo perso due persone che erano la sintesi della storia della nostra azienda: Valentina, giovanissima, un futuro davanti. Giuseppe, una colonna, professionalità e umanità messa a disposizione del gruppo per oltre vent’anni. Due persone speciali, che ci mancheranno tantissimo”.

CIVITANOVA - "Tutta la comunità Eurosuole è addolorata per i nostri amici Silvana, Giuseppe e Valentina. Tutti noi abbiamo condiviso con loro momenti di gioia e di difficoltà di vita quotidiana. Oggi ci sentiamo fragili di fronte ad un incidente grave che solo il Signore ci può far comprendere e ci uniamo in un abbraccio fraterno a Silvana". Un messaggio che testimonia l'affetto dei colleghi e il loro profondo dolore, di fronte a una disgrazia che fa rabbia: "Mai prima d'ora, la nostra azienda era stata colpita da un lutto così forte. Siamo costernati per la tragedia. Abbiamo perso due persone che erano la sintesi della storia della nostra azienda: Valentina, giovanissima, un futuro davanti. Giuseppe, una colonna, professionalità e umanità messa a disposizione del gruppo per oltre vent'anni. Due persone speciali, che ci mancheranno tantissimo".

Rosaria Ercoli, della Direzione di "Eurosuole" - il calzaturificio di Civitanova dove lavoravano sia Giuseppe Santacroce sia la figlia della sua compagna, Valentina - ricorda entrambi con affetto: "In azienda operano 300 persone, siamo una famiglia allargata. Potete immaginare lo sconforto di fronte a questa disgrazia. Siamo tutti senza parole", sottolinea commossa la manager marchigiana. Giuseppe era entrato in fabbrica alla fine degli anni Ottanta, facendosi apprezzare per le sue capacità, la sua serietà sul lavoro. "Un tecnico modello", precisa Ercoli. Esperienza da vendere, per un ruolo dove la specializzazione è indispensabile. Giuseppe era addetto al controllo qualità delle suole. Valentina, invece, era alle sue prime armi. Entrata a far parte del team un anno fa, si era messa in mostra, per capacità e dinamismo. "In questo momento siamo vicini a Silvana, anche lei una dei nostri. E l'abbracciamo forte", spiegano i colleghi.

Quella di oggi è stata un'altra giornata tremenda, segnata dal ritrovamento del cadavere della ragazza, dispersa da ieri dopo che l'automobile sulle quale viaggiava insieme alla madre, Salvina Granata (47 anni, unica sopravvissuta alla tragedia) e al compagno della donna, Giuseppe Santacroce (51 anni, originario di Ceglie Messapica), era stata travolta dalle acque del fiume Ete in piena, nelle Marche. Il ritrovamento è stato effettuato in località Casette d'Ete dai sommozzatori delle squadre dei vigili del fuoco di Ancona che ieri avevano ritrovato nel fiume il corpo dello sfortunato operaio cegliese.

Il fiume l'ha presa e l'ha restituita morta allo strazio dei parenti lasciandole solo le scarpe da tennis ai piedi, quelle che indossava per andare al lavoro. Valentina Alleri è stata ritrovata impigliata fra gli arbusti del lungofiume senza niente indosso salvo le snickers, uguali a quelle di tanti altri ventenni come lei. I sommozzatori in perlustrazione con un gommone (da ieri al lavoro squadre di Ancona e Grosseto) hanno avvistato il corpo senza vita a 3 km circa dal punto dell'affondamento dell'auto di famiglia, a Casette d'Ete (Fermo), e a un km dal luogo in cui ieri è stato ritrovato il cadavere di Giuseppe Santacroce.

Sul posto sono arrivati i carabinieri, la polizia municipale, il sindaco di Sant'Elpidio a Mare Alessandro Mezzanotte e il presidente del Consiglio comunale Norberto Clementi: occhi lucidi, poca voglia di parlare di fronte a una tragedia così.

Con il ritrovamento del corpo di Valentina si è chiuso il cerchio attorno alla tragedia. Come ogni mattina i tre, a bordo di una Bmw, erano partiti insieme, per raggiungere la fabbrica, nella zona industriale di Civitanova. A Casette d'Ete, il tempo s'è fermato: l'auto avrebbe imboccato via Cavour, proprio mentre il fiume rompeva gli argini, rovesciando sulla strada una massa di acqua e fango. Salvina, 47 anni, siciliana, riusciva ad aprire lo sportello dell'auto e ad aggrapparsi ad un segnale stradale, da dove poi un uomo che abita lì di fronte, Marco Moreschini, sarebbe riuscito da lì a poco a tirarla via, gettandosi in acqua e sfidando la corrente.

Valentina e Giuseppe Santacroce, non ce l'hanno fatta a lanciarsi fuori dall'abitacolo, e si sono inabissati con la vettura. "Aggrappati mamma, reggiti forte", le ultime parole della giovane. Ieri pomeriggio, dopo 11 ore di ricerche, i sommozzatori avevano individuato il corpo di Santacroce vicino alla foce dell'Ete Morto, con un braccio teso verso gli arbusti, come in un estremo tentativo di salvarsi.

Sarà una giornata di lutto cittadino domani a Sant'Elpidio a mare (Fermo), per onorare la memoria di Valentina e Giuseppe. Le esequie della ragazza si terranno alle 14.30, nella chiesa parrocchiale di Casette, il Santissimo Redentore. Poi la salma verrà tumulata nel cimitero di famiglia, a Civitanova Marche. Sono già partite invece per Ceglie Messapica, le spoglie di Giuseppe.

Già in tarda serata il feretro di Santacroce dovrebbe fare rientro nella sua città natale. La salma è stata consegnata alla famiglia nel pomeriggio, attorno alle 16 ed è già in viaggio verso la Puglia. La camera ardente sarà allestita presso la casa della sorella dell'operaio, Antonietta (dipendente del Comune di Ceglie). E saranno in tanti per tutta la notte a stringersi attorno ai familiari. Domani, alle ore 15.30, nella Chiesa di San Rocco, si svolgeranno i funerali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Giuseppe, operaio esemplare. Valentina, volontà da vendere. Siamo costernati”

BrindisiReport è in caricamento