rotate-mobile
Speciale

Referendum, altalena alle urne: Brindisi città oltre il 35%, Ceglie poco più del 28

BRINDISI – Domani sarà “battiquorum”. L’Italia divisa tra mare e urne, ma tra i referendari cresce l’ottimismo in previsione del raggiungimento della soglia del 50 per cento. Soltanto San Pancrazio Salentino, in provincia di Brindisi, regge il passo della media nazionale. Per il resto, affluenza in media con quella delle altre realtà dello Stivale meridionale. Nella città capoluogo, alle 22 di questa sera, ha risposto alla chiamata referendaria oltre il 35 per cento degli elettori.

BRINDISI - Domani sarà "battiquorum". L'Italia divisa tra mare e urne, ma tra i referendari cresce l'ottimismo in previsione del raggiungimento della soglia del 50 per cento. Soltanto San Pancrazio Salentino, in provincia di Brindisi, regge il passo della media nazionale. Per il resto, affluenza in media con quella delle altre realtà dello Stivale meridionale. Nella città capoluogo, alle 22 di questa sera, ha risposto alla chiamata referendaria oltre il 35 per cento degli elettori.

L'affluenza più bassa si è registrata nel Comune di Ceglie Messapica, dove poco più del 28 per cento si è espresso in cabina elettorale sui quattro quesiti referendari: privatizzazione dell'acqua, profitti dell'acqua, energia nucleare e legittimo impedimento. I seggi riapriranno domani dalle 7 alle 15. A seguire tutti i dati relativi ai Comuni del Brindisino.

L'affluenza nei Comuni del Brindisino

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum, altalena alle urne: Brindisi città oltre il 35%, Ceglie poco più del 28

BrindisiReport è in caricamento