Martedì, 23 Luglio 2024
Calcio

La Virtus Francavilla fa la partita ma col Giugliano arriva solo un pari

Nella sesta giornata del campionato di Serie C, girone C, i biancazzurri dominano per gran parte dell'incontro ma poi vengono raggiunti nella ripresa da De Sena, che ha replicato a Giovinco. Nel finale proteste dei padroni di casa per un episodio da rigore su Polidori

La Virtus Francavilla ha sfornato ancora una buona prestazione, senza però riuscire a raggiungere la seconda vittoria consecutiva: alla Nuovarredo Arena i biancazzurri hanno colto un pari per 1-1 contro il Giugliano, mettendo comunque a referto il quarto risultato utile di fila. Gli uomini guidati da Alberto Villa hanno mostrato di essere in crescita, ma il pareggio degli ospiti firmato da De Sena ha un po' tolto il ritmo e la verve che servivano a centrare il successo: ora la Virtus Francavilla è salita a quota 8 punti in classifica.

Virtus Francavilla-Giugliano, le formazioni iniziali

VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Forte; Accardi,Monteagudo, De Marino; Di Marco, Izzillo, Fornito, Macca, Biondi; Giovinco, Artistico. All.Villa.

GIUGLIANO (3-4-1-2): Russo; Berman, Scognamiglio, Caldore; Rondinella, Vogiatzis, Gladestony, Yabre; Ciuffieri; De Sena, Sorrentino. All. Ascione.

Il primo tempo

Villa ha dato continuità all'undici iniziale delle ultime gare, non cambiando praticamente nulla. I ritmi sono stati bassi nella prima fase dell'incontro, il Giugliano non ha alzato il baricentro e ha preferito lasciare il palleggio alla Virtus, che al 5' è andata vicinissima al vantaggio: Artistico ha catturato il pallone su un retropassaggio di Scognamiglio scartando il portiere Russo, ma il suo sinistro è terminato clamorosamente fuori. Gli ospiti hanno cercato di creare densità in mezzo al campo per chiudere le linee di passaggio e respingere gli avversari sugli esterni; per dare continuità alla manovra Macca ha svariato su tutta la trequarti offensiva, inoltre Biondi ha accentrato il proprio raggio di azione lasciando la fascia a De Marino, che da braccetto sinistro ha agito spesso come un terzino.

Il risultato è che la Virtus si è schierata con un 2-4-4 in costruzione, per scardinare l'arcigna difesa posizionale del Giugliano: al 23' Artistico, imbeccato in area, ha impegnato Russo da distanza ravvicinata. Duello rinnovato su una transizione qualche minuto dopo, e vinto di nuovo dall'estremo difensore campano. I padroni di casa hanno messo in scena un autentico forcing, rendendosi pericolosi successivamente con la punizione velenosa di Giovinco respinta da Russo, mentre il Giugliano ha impegnato per la prima volta Forte al 40', sulla punizione di De Sena. E proprio su punizione la Virtus ha sbloccato l'incontro: dalla trequarti centrale Giovinco ha catechizzato Russo alla sua maniera (45').

Virtus Francavilla-Giugliano, il racconto del secondo tempo

A inizio ripresa il tecnico Francesco Ascione ha inserito Bernardotto per uno spento Ciuffieri ed è passato ad un più puro 3-4-3. Ma è stata ancora una volta la Virtus ad essere pericolosa, grazie alla botta dalla distanza di De Marino disinnescata da Russo. Il portiere classe 1987 ha tenuto a galla i suoi con il miracoloso intervento sul colpo di testa di Artistico e il tentativo di Monteagudo sugli sviluppi di un corner. Il copione della partita non è sostanzialmente cambiato, la Virtus ha tenuto le redini del gioco cercando con insistenza e ritmo alto il secondo gol.

Al 53' Artistico di testa ha impegnato Russo in presa, ma al 64' è arrivata la beffa: dalla stessa mattonella da cui è nato il gol di Giovinco, De Sena ha realizzato una punizione che non ha lasciato scampo a Forte. I biancazzurri sono rimasti scossi dal pareggio, mentre i gialloblù hanno preso più campo: la reazione è arrivata ancora una volta dai piedi di Artistico, che con un tocco ravvicinato ha impegnato Russo all'ennesimo intervento della sua partita. La Virtus è calata a livello fisico e probabilmente mentale, non riuscendo più ad imporsi sull'avversario come in precedenza. Finale incandescente carratterizzato da un episodio che ha suscitato le proteste dei padroni di casa: Polidori è stato atterrato al limite dell'area da un avversario, con la Virtus che ha chiesto a gran voce un calcio di rigore; il direttore di gara ha però assegnato solo una punizione, battuta sulla barriera dallo stesso Polidori. Il match è terminato così.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Virtus Francavilla fa la partita ma col Giugliano arriva solo un pari
BrindisiReport è in caricamento