Its Aerospazio Puglia: alta formazione, lavoro e anche Erasmus

Intervista al presidente della Fondazione con sede nella Cittadella della ricerca, Antonio Ficarella

BRINDISI- Dal 2011 al 2018, in sei corsi biennali, si sono diplomati 124 tecnici superiori di cui 88, dopo un anno, hanno trovato lavoro: la Fondazione Its Aerospazio Puglia, ubicata in via dell’Energia nella Cittadella della Ricerca, risponde alla domanda delle imprese, formando tecnici superiori nelle aree tecnologiche strategiche per lo sviluppo economico e la competitività.

“Gli Istituti tecnici superiori sono presenti anche in altre zone d’Italia e riescono a colmare la formazione professionale e le richieste del mondo del lavoro, in particolare dell’industria - spiega il professore Antonio Ficarella, presidente della Fondazione, e docente di Macchine e Propulsione aerospaziale di Unisalento -. Quello dell’occupabilità è un problema che caratterizza l’Italia da troppo tempo e la stessa Confindustria ha più volte evidenziato la carenza dei livelli di competenza".

ficarella-2

Da quando è stata istituita nel 2011, la Fondazione Its Aerospazio Puglia e Mobilità Sostenibile, che permette di conseguire il diploma di Tecnico superiore, completo di Europass Supplement, a oggi ha attivato 11 corsi nel settore aeronautico per formare figure professionali esplicitamente richieste in base all’esigenza aziendale. Per esempio, nel biennio 2015-2017 è stato attivato il corso per Tecnico superiore dei sistemi aeronautici a pilotaggio remoto perché a Grottaglie è nato l’Airport Test Bed, il primo aeroporto di sperimentazione per droni grandi e piccoli. E su 19 diplomati, tra cui anche un ragazzo che proveniva dalla città di Pisa,  in 13 hanno trovato lavoro entro un anno.

“Questi istituti tecnici - prosegue il presidente Ficarella - rappresentano sicuramente uno strumento importante per mettere insieme mondo del lavoro e formazione superiore professionale”. La Fondazione Its Aerospazio Puglia costituisce il segmento di formazione terziaria non universitaria e gratuita per tutti coloro che hanno conseguito il diploma di scuola secondaria superiore e intendono accedere al mondo del lavoro. E allora perché non provare la realtà della scuola di specializzazione tecnologica che ha alle spalle aziende come Leonardo, Avio Aero, Piaggio Aerospace.

ficarella e corso-2

Inoltre, dal 2016 l’Its Aerospazio Puglia promuove la mobilità studentesca nell'ambito dei programmi europei: “Dal 2016 i nostri ragazzi hanno la carta Erasmus e possono svolgere stage presso aziende estere – aggiunge Lina Talmesio, coordinatrice dei corsi. “Quando i ragazzi svolgono lo stage vengono poi assorbiti dalle aziende: per esempio durante uno stage Erasmus a Barcellona presso la Grimaldi Lines, un nostro studente a termine del corso è stato assunto immediatamente.

Nella strategia di internazionalizzazione riveste un ruolo di particolare importanza la mobilità di studenti per tirocini, coinvolgendo come partner le industrie nelle stesse aree tecnologiche. “Inoltre – prosegue la coordinatrice Lina Talmesio – attraverso i progetti Pon della Regione permettiamo ai nostri studenti di acquisire anche competenze linguistiche com’è già accaduto, in Irlanda e in Scozia”.

Lina Talmesio sottolinea anche la presenza nell’Its dei servizi di placement per agevolare i processi di inserimento lavorativo e realizzare un'efficace collaborazione tra mondo lavorativo e sistema formativo. Il biennio si sviluppa in 2000 ore di cui 825 sono di stage presso le aziende del consorzio della Fondazione: ai corsi accedono di volta in volta 25 ragazzi che hanno superato i colloqui motivazionali e le prove che cambiano di anno in anno a seconda della figura professionale da formare.

I corsi attivi e i soci della Fondazione Its Aerospazio

Al momento, in via dell’Energia nella Cittadella della ricerca, dall’ottobre 2019 sono attivi i corsi per Tecnico Superiore delle tecnologie produttive dell’industria aerospaziale e quello di Tecnico Superiore per la manutenzione degli aeromobili. Gli Its in Italia, ciascuno affiancato da una Fondazione, sono nati da un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 gennaio 2008, a firma del premier Romano Prodi, e dei ministri della Pubblica Istruzione, Cesare Fioroni, del Lavoro, Cesare Damiano, e dello Sviluppo Economico, Pier Luigi Bersani. I primi Its sono diventati operativi nel 2010, e abbracciano sei aree tecnologiche.

La presenza nelle Fondazioni delle aziende e degli attori dell'alta formazione, accanto agli istituti secondari superiori e alle amministrazioni locali, è strategica. Lo dimostra la composizione della Fondazione Its Puglia, di cui fanno parte Leonardo e Axist, l'Università del Salento, il Politecnico di Bari e il Distretto Tecnologico Aerospaziale, mentre gli Istituti scolastici superiori associati sono l'Itst Fermi di Francavilla Fontana, il Carnaro di Brindisi, il Polo Don Tonino Bello di Tricase Alessano, l'Euclide di Bari. Le amministrazioni pubbliche presenti sono la Provincia di Brindisi e le Città di Francavilla Fontana e Grottaglie. L'ente di formazione associato è Universus Csei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Premio Innovazione 4.0, primo posto per l’Itt Giorgi

  • Progetti Erasmus: i risultati del Majorana

  • Cabiria, a Mesagne ripartono i corsi

  • Innovazione agricola: a Brindisi il seminario sul quaderno di campagna

  • Come diventare istruttore di nuoto

  • Legalità e cittadinanza: l’incontro di Libera e Amani a Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento