Ciclovie: adottato il piano, quattro passeranno nel Brindisino

Sono 16 tracciati collegati a quelli nazionali ed europei. Dopo i pareri, tornerà per l'approvazione in giunta regionale

L’assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, comunica che la giunta ha adottato oggi la proposta di Piano regionale della Mobilità Ciclistica (Prmc), che ha come principale obiettivo lo sviluppo della mobilità ciclistica in Puglia, “attraverso l’impostazione di una rete ciclabile regionale continua ed uniformemente diffusa sul territorio, integrata con i percorsi nazionali e internazionali, e la definizione di itinerari che valorizzino quelli già attivi o programmati, privilegiando le strade a basso traffico”.

Gli obiettivi del Piano

Quattro dei tracciati previsti attraversano la provincia di Brindisi. Il Piano si propone di contribuire alla diffusione della cultura della mobilità sostenibile, attraverso lo sviluppo del cicloturismo in Puglia; l’individuazione esatta di percorsi ciclabili regionali, che si connettano a percorsi nazionali e internazionali; l’individuazione dei criteri progettuali per la realizzazione delle ciclovie; l’incentivazione della mobilità ciclistica, sia a scopo ricreazionale che per spostamenti sistematici (casa-lavoro, casa-scuola).

Inoltre, per la definizione di azioni atte a garantire l’intermodalità con il trasporto pubblico e privato, attraverso la collaborazione tra enti locali e con enti proprietari di reti stradali e ferroviarie, ad esempio per la realizzazione di velostazioni; l’individuazione di ambiti territoriali caratterizzati da risorse naturali, paesaggistiche, storiche e culturali da rendere fruibili per mezzo di percorsi ciclabili, al fine della valorizzazione del patrimonio; la definizione di azioni di marketing, comunicazione, informazione, educazione e conoscenza; la previsione di incentivi per favorire la pianificazione della mobilità ciclistica negli enti locali.

La Fti Berlin e i cicloturisti tedeschi-2

Le ciclovie in provincia di Brindisi

Ma vediamo quali sono le ciclovie regionali individuate dal Piano della Mobilità Ciclistica. Intanto, sono sedici, comprese le varianti ai percorsi principali, e alcune di esse si connettono agli itinerari europei e nazionali di Eurovelo e Bicitalia. Come già detto, quattro attraversano il Brindisino: la Eurovelo 5 - Ciclovia Romea Francigena; la Bicitalia 6 - Ciclovia Adriatica; la Bicitalia 11 - Ciclovia degli Appennini / Ciclovia Aqp; la Ciclovia Costa Merlata – Locorotondo.

Le altre ciclovie regionali

Le altre 12 sono  la Eurovelo 5 - Bicitalia 3 Ciclovia Romea Francigena, variante Gravina-Altamura; la    Bicitalia 6 - Ciclovia Adriatica, variante del Tavoliere; la  Bicitalia 11 - Ciclovia degli Appennini / Ciclovia Aqp/ Bretella Bari - Gioia del Colle; la Bicitalia 11 - Ciclovia degli Appennini, variante Gargano; la  Bicitalia 10 - Ciclovia dei Borboni; la Bicitalia 10 - Ciclovia dei Borboni, variante Altamura-Matera; la Bicitalia 10 - Ciclovia dei Borboni, variante Gioia del Colle-Matera; la Bicitalia 14 - Ciclovia dei Tre Mari; la Ciclovia Monopoli-Alberobello; la ciclovia del Tavoliere; LA Ciclovia Candela-Foggia; la Ciclovia Valle dell’Ofanto.

Un percorso cicloturistico in Valle d'Itria-2

L'ultimo step

Con l’adozione del Prmc in giunta regionale, può partire l’ultima fase di consultazione pubblica ai sensi dell’articolo 11 della legge regionale 44/2012, che porterà all’approvazione definitiva del Piano in giunta, una volta conclusosi il procedimento di Vas (Valutazione Ambientale Strategica) e sentita la commissione del Consiglio regionale competente.

“Con il Piano regionale della Mobilità Ciclistica, la Regione Puglia vuole perseguire obiettivi di intermodalità e di migliore fruizione del territorio grazie alla creazione di una rete ciclabile regionale, che aiuti a garantire in totale sicurezza l’uso della bicicletta, sia in ambito urbano che extraurbano, sia come mezzo di trasporto che come mezzo per il tempo libero e l’attività fisica. Tutto questo favorirà la riduzione di immissioni inquinanti in atmosfera, la promozione turistica del territorio pugliese, la valorizzazione dei beni culturali, naturali e paesaggistici regionali, oltre ad esaltare le tradizioni enogastronomiche pugliesi”, ha detto l’assessore Giovanni Giannini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

--

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brindisi usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavori agricoli, arriva il sì dalla Regione: "attività indifferibili"

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Paziente muore in ambulanza. Sgomberata Pneumologia

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

  • Scu, si è suicidato il pentito Sandro Campana: accusò il fratello Francesco

  • Coronavirus: muore un ragioniere, Carovigno piange un'altra vittima

Torna su
BrindisiReport è in caricamento