Sabato, 12 Giugno 2021
Attualità

Maratona ecologica annullata da ordinanza sindacale: la risposta degli organizzatori

Era in programma per oggi, domenica 30 maggio, in contrada Petrelli. Annullata per ragioni di ordine pubblico. Gli organizzatori: "Comunque soddisfatti"

SAN PIETRO VERNOTICO - L'evento è stato annullato ma un piccolo passo in avanti verso la sensibilizzazione contro l'abbandono dei rifiuti è stato fatto: una delle tante aree trasformate in discarica con all'interno rifiuti speciali verrà bonificata dagli organi competenti. Per oggi, domenica 30 maggio, infatti, era in programma una maratona ecologica organizzata dalle associazioni Per San Pietro e My Domo, rispettivamente di promozione sociale una, e sportiva l'altra. I volontari (circa 50) avrebbero dovuto rimuovere rifiuti da contrada Petrelli, precisamente dalla "strada vecchia" che collega San Pietro Vernotico a Squinzano, meta quotidiana di sportivi e purtroppo di incivili. Molti terreni, per altro privati ma dimenticati dagli stessi proprietari, sono stati trasformati in discarica. Gli abbandono si susseguono da anni. Le due associazioni avevano organizzato una giornata di raccolta chiamandola "Maratona ecologica" ma per motivi legati alla stessa organizzazione dell'evento e per la pericolosità dei rifiuti presenti nella zona interessata (amianto, batterie di auto e altro), il sindaco di San Pietro Vernotico, Pasquale Rizzo, competente per territorio e responsabile della Salute Pubblica, con apposita ordinanza, ha dovuto annullare l'evento. Non si può autorizzare i cittadini a toccare materiali che rientrano nell'elenco dei "rifiuti speciali e pericolosi", mettendoli, quindi, a rischio. L'amministrazione, attraverso la ditta di Igiene Urbana, Impregico Srl, deve prima rimuovere i materiali pericolosi e poi permettere ai volontari di occuparsi degli altri: plastica, indumenti, materiali, edili, elettrodomestici, mobili e tanto altro. Nelle campagne viene abbandonato di tutti. 

Questa è la nota positiva di una vicenda che ha destato malcontento, polemiche e sconcerto: finalmente l'amianto e altri materiali pericolosi abbandonati in quella zona verranno rimossi. Dopo anni di segnalazioni. Di questi gli organizzatori si dicono soddisfatti. Obiettivo centrato. Intanto, attraverso una nota, fanno sapere che sono a lavoro per riprogrammare la data ed eventualmente cambiare location. Purtroppo, come già detto in precedenza e in altri servizi, tutte le campagne (non solo quelle di competenza del Comune di San Pietro Vernotico) sono piene di rifiuti. La colpa prima di tutto è dei cittadini incivili. Si tratta per lo più di terreni privati e la bonifica spetterebbe ai proprietari ma anche qui il disinteresse dilaga. 

"Si comunica che l’evento Ecothon, la prima maratona cologica, organizzato dalle associazioni Per San Pietro e My Domo, previsto per domani, domenica 30 maggio, in ottemperanza all’ordinanza n°22 del 28 maggio 2021 a firma del sindaco Rizzo, è stato annullato e rimandato a data da destinarsi, che sarà resa nota a breve con indicazione del nuovo sito e delle modalità di svolgimento. Scrivono gli organizzatori. 

"Preme sottolineare che l’obiettivo dell’evento, era e rimane, la sensibilizzazione della cittadinanza e degli enti preposti, al tema del rispetto dell’ambiente e dell’annoso problema dell’abbandono dei rifiuti. Le suddette associazioni, nel pieno rispetto delle norme Covid-19, nonché di genere igienico-sanitario, avrebbero adottato ogni accorgimento al fine di tutelare la sicurezza e l’incolumità dei partecipanti fornendo all’uopo, e in maniera totalmente gratuita, i dispositivi di protezione individuale, gel sanificante e mascherine chirurgiche;  avrebbero provveduto, preliminarmente alla misurazione della temperatura e successivamente alla suddivisione dei partecipanti in gruppi di congiunti e con distanziamento previsto dalle norme".

"Per una maggiore chiarezza, precisiamo che il termine “maratona”, utilizzato come sottotitolo dell’evento, aveva un senso metaforico, ovviamente, e che voleva rievocare i valori di tale disciplina, costanza, pazienza e resistenza, valori essenziali per attuare un processo di vero cambiamento di abitudini e culturali, fondamentali per la salvaguardia del nostro ambiente e nello specifico della nostra comunità". 

"Siamo contenti che la sola organizzazione dell’evento abbia portato l’amministrazione ad intervenire per bonificare un’area che da anni è stata oggetto di abbandono di rifiuti di ogni tipo che quotidianamente viene frequentata da famiglie e soprattutto bambini.  Auspicando lo stesso entusiasmo per il prossimo evento, la cui data verrà a breve comunicata, si ringrazia quanti ci hanno sostenuto e aderito all’iniziativa. Vi Aspettiamo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maratona ecologica annullata da ordinanza sindacale: la risposta degli organizzatori

BrindisiReport è in caricamento