menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

E' morta a Roma all'età di 42 anni. Ha conquistato numerosi premi internazionali con documentari, cortometraggi e lungometraggi

Si è spenta alle prime luci di oggi (venerdì 20 novembre) a Roma, all’età di 42 anni, la regista brindisina Valentina Pedicini. Da mesi era afflitta da un male che purtroppo l’ha sopraffatta. Nei giorni scorsi le sue condizioni si erano aggravate, fino al ricovero presso il policlinico Gemelli della capitale. Documentarista ed autrice di lungometraggi e cortometraggi, la Pedicini si stava imponendo a livello nazionale e internazionale. Il suo talento è sbocciato al Festival del Cinema di Venezia 2017, dove il suo primo lungometraggio, “Dove Cadono Le Ombre” (produzione Fandango e Rai Cinema), si è imposto all’attenzione della critica, conquistando con l’attrice protagonista, Federica Rosellini, il premio NuovoImaie Talent Award.

Nata a Brindisi il 6 aprile 1978, la Pedicini si e? diplomata in regia alla Zelig International school of documentary. I suoi lavori sono stati selezionati in numerosi festival. “Dal profondo”, film che racconta dell’ultima minatrice sarda, vince il Premio Solinas, approda al Festival di Roma ed entra nella cinquina dei Nastri d’Argento dei David di Donatello. Nel 2016 torna a Brindisi per girare il suo primo cortometraggio, “Era ieri”, presentato al Festival di Venezia 2016. Lo scorso giugno, con “Faith, ha conquistato il riconoscimento di miglior film documentario al Docs Barcelona 2019. Hanno riscosso grande successo anche “Pater Noster”, “Mio sovversivo amore” e “My Marlborocity”, documentario girato nella sua Brindisi, dedicato agli anni del contrabbando di sigarette. 

Nel settembre 2015, accompagnata dall’attrice Federica Rosellini, presentò al Multisala Andromeda di Brindisi il film “Dove Cadono le ombre”. In quella occasione, intervistata da BrindisiReport, manifestò tutta la sua emozione per la prima proiezione di un lungometraggio nella sua città. Valentina era stata invitata al festival Legalitria, ideato dalla cooperativa Radici Future Produzioni e realizzato in collaborazione con l'associazione LegalItria, svoltosi nei giorni scorsi a Fasano, insieme ad altri registi. Ma il male ha preso drammaticamente il sopravvento, strappandola all’affetto dei genitori e della sorella. La salma si trova adesso nella camera ardente del "Gemelli".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sanremo, sul palco dell'Ariston anche una ballerina brindisina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Frutta e verdura di stagione: la spesa di marzo

Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento