Odori acri avvertiti in diversi quartieri. Avviata ispezione dell'Arpa

Il sindaco Rossi ha chiesto all'agenzia per la tutela ambientale di inviare subito due tecnici nella zona industriale

BRINDISI - I solidi odori acri, dei quali quasi mai è stata individuata la fonte, sono stati avvertiti nelle ultime ore nei quartieri Centro, Bozzano e Sant'Elia di Brindisi, quelli che hanno una esposizione anche a est. E con vento che soffia da est proprio questo pomeriggio, non si può che pensare alla zona industriale o comunque alle campagne che si estendono in quella zona. Il sindaco Riccardo Rossi ha chiesto ad Arpa di svolgere accertamenti "partendo dalla zona industriale". Il Dap Arpa ha quindi inviato due tecnici per un monitoraggio. Il Comune è in attesa di riscontri dell'ispezione in corso. Il personale Arpa in questo caso ha anche funzioni di polizia giudiziaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Brindisi-Bari, muore un motociclista brindisino

  • "Da venerdì scuole chiuse in Puglia": Emiliano firma l'ordinanza

  • Scontro alla zona industriale, giovane motociclista perde la vita

  • Virus: schizzano i contagi, chiuse altre scuole nel Brindisino

  • Trovata morta nell'auto in cui viveva: dramma della solitudine al cimitero

  • Coronavirus, continuano ad aumentare i nuovi positivi e i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento