Cronaca

Nuovo salvataggio in mare all'ex Lido Poste: turisti portati a riva da due bagnini

A distanza di meno di 24 ore, nuovo salvataggio per il bagnino del lido Oktagona di Brindisi, Francesco Ruggieri, 28 anni: insieme al collega Giuseppe Manghisi di 23 anni, poco prima delle 13 di oggi, domenica 14 agosto, ha salvato una coppia di turisti in balia delle onde

BRINDISI – A distanza di meno di 24 ore, nuovo salvataggio per il bagnino del lido Oktagona di Brindisi, Francesco Ruggieri, 28 anni: insieme al collega Giuseppe Manghisi di 23 anni, poco prima delle 13 di oggi, domenica 14 agosto, ha salvato una coppia di turisti in balia delle onde. Ieri è riuscito a strappare alla furia del mare un uomo sulla 60ina. Evitando conseguenze peggiori. La scena che si è presentata oggi agli occhi degli addetti alla sorveglianza del mare e della spiaggia è la stessa di quella di ieri e si è verificata esattamente nello stesso punto: in corrispondenza della spiaggia libera a circa 250 metri dalla costa, dove sembrerebbe che con il mare mosso si creano vortici pericolosissimi. Una donna e un uomo sono finiti in balia delle onde, non riuscendo a tornare a riva. Sulla costa soffia un forte vento di maestrale, fare il bagno può rivelarsi rischioso, anche per i soccorritori.

Ruggiero Francesco e Giuseppe Manghisi-3

“Sembrerà assurdo ma è successa la stessa cosa di ieri – racconta Francesco Ruggieri, ancora incredulo – una donna sulla 50ina e il marito cercavano di tornare a riva ma venivano bloccati dalle onde. Abbiamo capito che non sarebbero mai riusciti a tornare sulla spiaggia da soli e ci siamo tuffati in mare”. Hanno sfidato le onde a nuoto i due bagnini dell’Oktagona, lo stabilimento balneare che sorge dove un tempo c’era Lido Poste. Anche in questo caso raggiungere i bagnanti con il pattino sarebbe stato ancora più rischioso. I due bagnini, Francesco ha un’esperienza decennale alle spalle, mentre Giuseppe svolge questo lavoro da due anni, hanno trascinato sulla battigia la coppia di stranieri e anche in questo caso, come è accaduto ieri, non si è reso necessario l’intervento di medici. Per i due malcapitati solo un po’ di stordimento. Per fortuna il soccorso è stato immediato. 

“Questo punto della costa è molto pericoloso perché si creano i vortici e senza accorgersene non si appieda più e da lì poi il mare prende il comando sull’essere umano – spiega il bagnino a cui da ieri tre persone devono la vita – bisogna fare più attenzione e portare sempre rispetto per il mare, specie in questo tratto di costa dove in passato alcune persone hanno trovato la morte”.  Proprio lo scorso anno, il primo giorno d’estate quattro ragazzini sui 15 anni, in quel preciso punto del mare, finirono in balia delle onde, uno perse la vita. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo salvataggio in mare all'ex Lido Poste: turisti portati a riva da due bagnini

BrindisiReport è in caricamento