menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carne in cattivo stato di conservazione: denunciato un macellaio

Riscontrate anche alcune carenze igienico sanitarie in una macelleria, a seguito di un'ispezione dei carabinieri e dell'Asl. Mula da 3mila euro

BRINDISI – Quasi sei quintali di carne in cattivo stato di conservazione. Carenze igienico sanitarie sono state riscontrate all’interno dei laboratori. Un brindisino di 53 anni, titolare di una macelleria, è stato denunciato a piede libero a seguito di una ispezione effettuata dai carabinieri della stazione Casale di Brindisi, insieme ai colleghi del Nas di Taranto, con il supporto del personale del dipartimento di prevenzione del servizio veterinario dell’Asl di Brindisi. 

I militari hanno rinvenuto quasi sei quintali di carni suine e preparati conservati a temperatura ambiente ed in contenitori non idonei al contatto con gli alimenti. Inoltre è stata trovata una confezione di conservante anti ossidante per uso enologico, prodotto non consentito nell’utilizzo alimentare, il tutto sottoposto a sequestro. 

I prodotti di macellazione, due quintali e 45 chilogrammi di carne, sono stati immediatamente destinati alla distruzione mediante il conferimento a ditta specificamente autorizzata. In relazione ad alcuni preparati carnei per un totale di altri tre quintali e mezzo, quali salsicce e trito di carne si è proceduto al sequestro cautelativo e alle opportune campionature finalizzate alle analisi di laboratorio per escludere l’illegale impiego nella preparazione del predetto conservante antiossidante, il tutto a tutela della salute pubblica. 

All’interno dei laboratori sono state inoltre rilevate alcune carenze di natura igienico sanitaria, nello specifico pavimenti danneggiati, celle frigorifere con tracce di ruggine e guarnizioni usurate, servizi igienici privi di antibagno, nonché mancata predisposizione delle procedure di autocontrollo. Nella circostanza sono state elevate sanzioni amministrative per un importo di 3mila euro

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento