menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disagi nel servizio di assistenza domiciliare: sit in dei lavoratori

Una manifestazione da parte dei dipendenti delle cooperative del servizio Adi si svolgerà mercoledì 25 gennaio all'esterno della sede dell'Asl

BRINDISI – Le problematiche riguardanti il nuovo assetto del servizio di assistenza domiciliare integrata (Adi) sono al centro di un sit in di protesta organizzato per mercoledì (25 gennaio), alle ore 15,30, dal sindacato Cobas, davanti agli uffici amministrativi dell’Asl Brindisi in via Napoli. A detta del segretario provinciale dell’organizzazione sindacale, Roberto Aprile, il servizio, nonostante fosse partito con ottime premesse, “si sta rivelando nel rapporto con i lavoratori peggiore del precedente”.

La formula della compartecipazione, da quanto sostenuto dal Cobas, non sta funzionando come dovrebbe, in quanto l’azienda sanitaria, alla quale tocca il ruolo di controllo, starebbe effettuando in realtà “uno scarso controllo sulle cooperative, il cui compito è quello di intervenire presso le famiglie bisognose. “Lamentiamo lo scarso controllo e ruolo dirigente della Asl – afferma Aprile - che sta favorendo la nascita di un ruolo predominante delle cooperative che hanno il solo scopo di fare cassa”.

“I lavoratori – si legge ancora nella nota del Cobas - lamentano che una serie di aspetti contrattuali e del capitolato di gara vengono applicati in modo diverso da quello che deve essere per questo si rivolgono all'Asl per una correzione di rotta quanto mai necessaria”.

Il Cobas chiederà quindi all'Asl “di svolgere il ruolo che le compete in questo servizio per farlo funzionare al meglio a beneficio delle persone che hanno bisogno di aiuto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento